• Dicembre 9, 2022

L’atleta olimpico Stewart McSweyn si sente male durante la gara di 5000 metri a Melbourne. Gli esami mostrano una pericardite dopo la terza dose, ricevuta per partecipare ai mondiali indoor la prossima settimana

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


Il fondista e mezzofondista australiano Stewart McSweyn non ha concluso la gara dei 5000 metri martedì 8 marzo a Melbourne.

Improvvisamente, a tre giri dal termine, ha avuto problemi respiratori e ha abbandonato la corsa.

Stewart McSweyn ha gareggiato alle Olimpiadi di Tokyo 2020 ed è riuscito a qualificarsi per la finale dei 1500 metri maschili. È arrivato terzo nella sua batteria con un tempo di 3:36.39 e si è qualificato per le semifinali. Qui è arrivato quinto con il tempo di 3:32.54. Questa volta è stato abbastanza buono per lui per qualificarsi per la finale. In finale ha corso 3:31.91, è arrivato solo settimo.

McSweyn si è sottoposto da poco alla terza dose per poter partecipare ai mondiali indoor che si terranno a Belgrado, in Serbia, dal 18 al 20 marzo. Il corridore australiano avrebbe dovuto partecipare alle gare dei 1500 e 5000 metri. Ora, con la diagnosi di pericardite, dovrà rinunciare ai mondiali e ad altre gare.

Il team di McSweyn, dopo il ritiro di martedì scorso, ha subito pensato che l’incidente fosse correlato al covid che aveva contratto a gennaio, ma un ulteriore esame ha rivelato che è stata la recente terza dose a causare il problema.

L’allenatore di McSweyn, Nic Bideau, ha affermato che le circostanze allarmanti attorno a ciò che è successo alla stella dell’atletica australiana debbano essere un avvertimento per tutti gli atleti.

“Quello che i medici mi hanno detto è che non avrebbe dovuto davvero ricevere un richiamo così vicino dopo aver avuto il COVID perché è veramente troppo. A quel punto non serve come vaccino e può fare danni, ed è quello che sembra sia successo.

Ha colpito il suo cuore e ovviamente ha influenzato il suo respiro. Si era vaccinato solo perché stiamo cercando di farlo competere contro i migliori del mondo ed era obbligato”.

McSweyn ha, infatti, ricevuto il booster solo per assicurarsi di poter viaggiare e gareggiare ai campionati mondiali indoor della prossima settimana a Belgrado, in Serbia.

Ovviamente ora è fuori da tutte le competizioni e sarà seguito da un cardiologo per ulteriori test. Bideau ha detto:

“Il primo passo è vedere il suo cardiologo per ulteriori esami del sangue e un ECG che ci dirà di più.

Non correrà per una settimana e probabilmente dovrà prendere dei farmaci. Se tutto andrà bene, dovrebbe tornare ad allenarsi tra 10 giorni”.

I campionati nazionali del prossimo mese a Sydney rimangono nei programmi di McSweyn in attesa di una stima più precisa dei tempi di recupero mentre la sua prima gara internazionale confermata al momento è la Diamond League del 13 maggio a Doha, in Qatar.

FONTE

Iscriviti alla nostra newsletter

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


eVenti Avversi

Read Previous

In Italia col green pass record di decessi in Europa Occidentale. Studio pubblicato da The Lancet

Read Next

Guardate Bill Gates come si dimena quando gli viene chiesto della sua relazione con Jeffrey Epstein. VIDEO

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Ads Blocker Rilevato

Abbiamo rilevato che utilizzi adblock. Per proseguire la navigazione, per favore, disabilitalo sul nostro sito. Ci aiuta a mantenere i costi del servizio.

Powered By
Best Wordpress Adblock Detecting Plugin | CHP Adblock