• Gennaio 27, 2023

Lettera di una madre:  “Mio figlio è quasi morto a causa di un V. Come posso lasciare che questo accada a un’altra persona, a tuo figlio?”

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


Dott.ssa Tess Lawrie

Alla fine di settembre, ho ricevuto un’e-mail che iniziava così:

Buongiorno dottoressa Lawrie, scrivo dalla Florida, USA. Sono la madre di un ragazzo di 22 anni che è quasi morto dopo il v. mRNA. Il mio obiettivo nell’inviarle questa e-mail è poter salvare vite umane.

Heather Hudson ha informazioni importanti da condividere, e hanno a che fare con l’involucro di nanoparticelle lipidiche utilizzato nelle nuove iniezioni di Covid.

È un medico? Un ricercatore pagato? No, è una madre che ha usato la sua esperienza medica per fare le sue ricerche e scoprire cosa è successo a suo figlio. Era sano e in forma (foto sotto a sinistra). Oggi cammina con un bastone e ha una rara malattia del sangue pericolosa per la vita (foto in basso a destra).

Medici, operatori sanitari, genitori, lettori, per favore leggete il racconto di Heather e aiutamola a salvare vite umane.

Dopo il vaccino contro il Covid, mio figlio di 21 anni ha iniziato ad avere strani sintomi ed è stato poi ricoverato in ospedale con una forte embolia polmonare. L’embolia ha causato perdite alle valvole cardiache poiché il grande coagulo di sangue ha esercitato pressione sul suo cuore. Aveva anche trombocitopenia (piastrine basse che causavano sanguinamento), faticava a respirare, debolezza e altro ancora. I suoi test Covid erano negativi ogni giorno, e con trombosi improvvisa e trombocitopenia, ho messo in discussione il vaccino.

Heather ha messo in discussione il vaccino perché ha senso. Purtroppo, i responsabili delle cure mediche di suo figlio si sono rifiutati persino di visitarlo. Invece, è stato rimandato a casa pochi giorni dopo il ricovero senza ossigeno o alcuna assistenza domiciliare. La madre descrive i seguenti giorni e mesi come “terrificanti”:

Mio marito ed io abbiamo vegliato su di lui per questi mesi, portandolo nelle strutture di emergenza e lottando per avere cure provvisorie di steroidi, fluidi, ossigeno e così via, per tenerlo in vita mentre cercavamo una diagnosi. Nei suoi giorni peggiori, è crollato a terra più e più volte mentre cercava di stare in piedi da solo. Sputava sangue, soffriva di coagulazione continua e le sue scansioni mostravano continuamente emorragie nei polmoni per mesi.

Come siamo arrivati al punto in cui i genitori devono lottare per ottenere le medicine per mantenere in vita il proprio figlio? Forse la cosa più assurda è l’ostinata insistenza da parte dei medici, sul fatto che i sintomi del figlio dovessero necessariamente essere dovuti al Covid:

Tre ospedali, due medici di pronto soccorso e alcuni specialisti hanno continuamente affermato che mio figlio probabilmente aveva un Covid grave all’inizio, e poi un long Covid man mano che i mesi passavano senza recupero. Si è ripetutamente sottoposto a tamponi ed è sempre risultato negativo al Covid-19 – a volte sono stati fatti più test al giorno. Tutti erano negativi, ma il Covid è sempre stato presente nelle sue cartelle cliniche. Gli sono stati continuamente negati gli esami del sangue del nucleocapside Covid per darci una risposta definitiva.

Strano che insistano sul Covid senza mai somministrare il test che confermerebbe questa diagnosi. Dimostra quanto sia profonda la programmazione, gli operatori sanitari negano l’ovvio. Alla fine, per fortuna, la famiglia di Heather ha trovato il sostegno di cui aveva bisogno:

Infine dopo mille ricerche, abbiamo finalmente trovato il dottor Balbona. Avevamo letto degli articoli di Epoch Times sul lavoro svolto sui suoi pazienti. Ha subito prescritto esami del sangue, incluso il test del sangue Covid di cui sapevamo nostro figlio avesse bisogno. I risultati hanno mostrato lo 0% di anticorpi Covid naturali. Non aveva mai avuto il Covid.

I risultati degli esami del sangue di mio figlio hanno svelato che aveva una malattia del sangue pericolosa per la vita: la sindrome da anticorpi anti-fosfolipidi. I test continui hanno confermato la diagnosi. Il dottor Balbona ha spiegato che le analisi del sangue hanno mostrato che mio figlio ha avuto una grave reazione autoimmune al vaccino mRNA. Sospetta che la reazione derivi dall’involucro lipidico che circonda la proteina spike del vaccino.

Mio figlio ha finalmente avuto una diagnosi e ha potuto iniziare il trattamento. Ma altri bambini soffrono senza diagnosi poiché i medici non possono trattare i danni da vaccino senza fare approfondimenti. Non potevo, in tutta coscienza, permettere a un altro bambino o genitore di vivere l’incubo che abbiamo vissuto noi; la verità del vaccino doveva venire alla luce.

Heather si mise al lavoro.

Facendo una ricerca nell’aprile del 2022, ho trovato subito informazioni sorprendenti sulle tossine e gli allergeni del polietilenglicole (PEG) presenti negli involucri lipidici dei vaccini a base di mRNA. Il PEG è noto per causare anafilassi, ma i lipidi PEGilati potrebbero anche far reagire l’organismo agli altri lipidi (come i fosfolipidi) presenti nell’involucro del vaccino mRNA con risposte immunitarie infiammatorie. Queste reazioni possono essere pericolose per la vita, come nel caso di mio figlio.

Heather ha inviato un’ampia ricerca che dimostra che gli eventi avversi associati agli LNP erano ben noti anni prima dell’introduzione delle iniezioni di mRNA Covid.

In breve, ecco cosa ha scoperto:

  • Il PEG è presente in molti prodotti cosmetici, farmaceutici e alimentari, per cui alcuni scienziati hanno ipotizzato che le persone potrebbero sviluppare anticorpi al PEG come risultato. Somministrare a queste stesse persone un vaccino a base di mRNA potrebbe scatenare una reazione allergica potenzialmente fatale.
  • Le persone allergiche ai PEG devono essere trattate in modo diverso quando si preparano a interventi chirurgici o procedure mediche e si consiglia loro di indossare un braccialetto identificativo e di portare con sé una penna anafilattica.
  • Esiste un fenomeno noto chiamato ABC (clearance ematica rapida, riduzione dell’efficacia con dosaggi ripetuti e alterazione della distribuzione del farmaco) che si verifica con i lipidi pegilati come quelli utilizzati nelle iniezioni di mRNA. In parole povere, significa che più dosi si ricevono, meno sicuro ed efficace è il farmaco e peggiori sono i potenziali effetti avversi.

I molti documenti che Heather cita sono per lo più precedenti alla pandemia. In altre parole, tutto questo era noto, eppure ci è stato detto che i cosiddetti vaccini erano sicuri ed efficaci. Dopo l’introduzione dell’iniezione, sono emersi altri dati. Per esempio:

Di recente, ho sentito un altro medico discutere di come i PEG contenuti nel vaccino siano tossine note che possono causare reazioni infiammatorie con conseguente miocardite, coagulazione del sangue, embolie e altro ancora. Sono rimasta sbalordita dal fatto che le mie ricerche me ne avessero parlato alcuni mesi prima.

Il viaggio di Heather testimonia il potere dell’amore di una madre. Ha fatto il lavoro che avrebbero dovuto fare il CDC, la FDA, il NIH, l’MHRA, il TGA e tutte le altre agenzie regolatorie complici, e sa più cose sui LNP della maggior parte dei medici.

Ci viene ripetuto più volte di “fidarci della scienza”: io suggerisco che sarebbe più prudente fidarsi delle madri.

Vi prego di condividere le sue scoperte. Inoltre, Heather sta avviando un Substack: se volete seguire il suo straordinario lavoro, potete iscrivervi qui.

Un’ultima parola da Heather:

Il metodo scientifico ci chiede di fare domande e di provare. Non ho paura di porre queste domande e di condividerle. I medici possono perdere la loro reputazione e molto altro. Ma nessuno può togliermi la “licenza di mamma”. Se una mamma deve assumersi la responsabilità e il rischio di dire queste verità che fanno arrabbiare i produttori di vaccini, chi farebbe meglio a farlo? Mio figlio ha rischiato di morire a causa di un vaccino a mRNA. Come posso stare a guardare e lasciare che questo accada a un’altra persona, a vostro figlio?

Grazie per il vostro tempo,

Heather Hudson

Madre di un giovane coraggioso

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


eVenti Avversi

Read Previous

Il diciannovenne calciatore della nazionale ha un malore improvviso negli spogliatoi. “Non riesce a respirare!”

Read Next

La stella del basket 26enne colpita da un malore improvviso in banca. Crolla a terra privo di sensi e batte la testa

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Ads Blocker Rilevato

Abbiamo rilevato che utilizzi adblock. Per proseguire la navigazione, per favore, disabilitalo sul nostro sito. Ci aiuta a mantenere i costi del servizio.

Powered By
Best Wordpress Adblock Detecting Plugin | CHP Adblock