• Marzo 2, 2024

L’intelligence USA finalmente declassifica i documenti sulle origini del COVID. I legislatori: “dà credito” alla teoria delle perdite di laboratorio- IL REPORT

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


L’Office of the Director of National Intelligence ha reso noto venerdì il rapporto declassificato che esamina i potenziali legami tra l’Istituto di virologia di Wuhan e l’origine della pandemia COVID-19.

Il rapporto di 10 pagine rivela che la comunità di intelligence statunitense ha riscontrato “problemi di biosicurezza” nel laboratorio di Wuhan e ha valutato che l'”ingegneria genetica” del coronavirus era effettivamente in corso presso la struttura cinese, dove lavoravano anche ricercatori affiliati all’Esercito Popolare di Liberazione.

Il documento spiega anche che alcuni scienziati del laboratorio di Wuhan si sono ammalati nell’autunno del 2019 con sintomi “coerenti ma non diagnostici del COVID-19”.

Il rapporto, tuttavia, avverte che “quasi tutte le agenzie della CI [comunità di intelligence] valutano che il SARS-CoV-2 non sia stato ingegnerizzato geneticamente”.

La maggior parte delle agenzie ritiene che il SARS-CoV-2 non sia stato adattato in laboratorio; alcune non sono in grado di fare una determinazione. Tutte le agenzie IC ritengono che il SARS-CoV-2 non sia stato sviluppato come arma biologica“, si legge nel report.

Come riporta il New York Post, il senatore Roger Marshall (R-Kan.), che fa parte del Comitato per la sicurezza interna e gli affari governativi del Senato, ha criticato la mancanza di trasparenza dell’ODNI nel raggiungere le sue limitate conclusioni.

Marshall aveva precedentemente richiesto l’accesso alle “valutazioni effettive dei singoli elementi del CI” utilizzate dall’ODNI per redigere il suo rapporto classificato sulle origini del COVID, consegnato al Congresso all’inizio di quest’anno. L’ODNI si è rifiutato di consegnarle.

Come abbiamo visto in quasi tutte le fasi del tentativo di scoprire le origini del virus COVID-19, l’amministrazione Biden non è stata trasparente con il popolo americano e con i membri del Congresso”, ha dichiarato Marshall al Post. “Il rilascio odierno dei documenti declassificati è tardivo e non fornisce il quadro completo di ciò che le nostre agenzie di intelligence sanno“.

Il repubblicano del Kansas ha inoltre chiesto che gli autori del rapporto compaiano davanti alla Commissione per la sicurezza interna e gli affari governativi del Senato per spiegare al pubblico le loro scoperte.

Come membro della Commissione del Senato per la sicurezza interna e gli affari governativi, credo che tutti gli individui della nostra comunità di intelligence debbano comparire davanti alla Commissione e illustrarci questi materiali in modo da poter andare a fondo della pandemia Covid-19 che ha ucciso più di un milione di americani”, ha detto. “Non mi fermerò finché il popolo americano non saprà la verità, i cattivi attori non saranno ritenuti responsabili e non ci assicureremo che questo non possa mai più accadere”.

Sia il Dipartimento dell’Energia che l’FBI hanno valutato che la causa più probabile della prima infezione umana da COVID-19 sia stata una perdita di laboratorio.

Un membro anziano della House Permanent Select Committee on Intelligence ha dichiarato venerdì al Post che “la fuga di laboratorio è più che possibile, diventa probabile” sulla base dei risultati del rapporto dell’ODNI.

Gli scienziati hanno suggerito che la SARS-Cov-2 sia il risultato di una ricombinazione tra due virus diversi, uno vicino al RaTG13 (proveniente da un pipistrello) e l’altro legato a un virus del pangolino. In altre parole, si tratta di una chimera tra i due virus esistenti“, ha dichiarato al Post un altro membro anziano della stessa commissione sull’intelligence.

Il rapporto dell’ODNI riconosce che il WIV possedeva il virus RaTG13 e che gli scienziati del WIV stavano studiando campioni di pangolino. Il report riconosce anche che i ricercatori del WIV hanno creato chimere attraverso l’ingegneria genetica per creare virus infettivi non correlati, ha aggiunto.

Il presidente della House Permanent Select Committee on Intelligence Mike Turner (R-Ohio) e il presidente della Select Subcommittee on the Coronavirus Pandemic Brad Wenstrup (R-Ohio) hanno rilasciato una dichiarazione congiunta venerdì definendo il rapporto dell’ODNI un passo promettente verso la piena trasparenza”.

Più di un milione di americani e quasi 7 milioni di persone in tutto il mondo sono morte tragicamente a causa del COVID-19. Tutti hanno il diritto di sapere la verità, e la Commissione ha il diritto di sapere la verità. Tutti meritano di conoscere la verità e la declassificazione di questo rapporto è un passo promettente verso la piena trasparenza”, hanno scritto i membri del Congresso.

Turner e Wenstrup, che credono entrambi all’ipotesi della fuga di laboratorio, hanno aggiunto che il report di venerdì “dà credito” alla teoria.

Il Partito Comunista Cinese e l’Esercito di Liberazione del Popolo Cinese devono dare delle serie spiegazioni“, hanno scritto. “Questo report declassificato dell’Office of the Director of National Intelligence e dell’Intelligence Community dà credito alla teoria della ‘fuga di laboratorio’, che suggerisce che l’epidemia di coronavirus ha probabilmente avuto origine da un laboratorio di virologia di Wuhan in Cina“.

Questo si aggiunge al rapporto del Government Accountability Office pubblicato la scorsa settimana che descrive il flusso di dollari dei contribuenti statunitensi verso entità cinesi note per la ricerca sul coronavirus. Pur apprezzando il rapporto dell’ODNI, dobbiamo continuare a corroborare tutte le prove disponibili e a indagare ulteriormente sulle origini del COVID-19“.

IL REPORT:

Iscriviti alla nostra newsletter

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


eVenti Avversi

Read Previous

Onu, Soros e le multinazionali digitali intensificano la lotta contro la libertà di espressione e la libertà di stampa

Read Next

L’ultima nota dell’EMA: il nuovo “preparato” sarà somministrato alle donne in gravidanza

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Ads Blocker Rilevato

Abbiamo rilevato che utilizzi adblock. Per proseguire la navigazione, per favore, disabilitalo sul nostro sito. Ci aiuta a mantenere i costi del servizio.

Powered By
Best Wordpress Adblock Detecting Plugin | CHP Adblock