• Dicembre 6, 2022

L’Ondata di Omicron è partita da una popolazione “giovane, sana, vaccinata”

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


L’ondata Omicron della pandemia di coronavirus è guidata da persone “giovani, sane, vaccinate”, secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità.

I dati provenienti dalla Danimarca mostrano che poco più del 70% dei casi di omicron sono stati tra quelli di età inferiore ai 40 anni.

I dati provenienti da paesi come il Regno Unito, la Danimarca e il Sudafrica mostrano un modello simile di infezione con la nuova variante, che ora è stato rilevato in oltre 60 paesi, tra cui l’Australia.

“Generalmente questi primi casi sono in gruppi relativamente giovani, relativamente sani e – nel contesto dell’Europa – in gruppi relativamente altamente vaccinati“, ha riferito al Telegraph del Regno Unito la dottoressa Catherine Smallwood, un alto funzionario di emergenza presso l’ufficio Europa dell’OMS.

In Australia, il New South Wales ha registrato un enorme picco di casi martedì, mentre un cluster collegato a una discoteca di Newcastle – che richiede la prova della vaccinazione per entrare – continua a crescere.

Più del 93% delle persone di età superiore ai 16 anni nel New South Wales sono ora completamente vaccinate.

In Danimarca, il 70% dei 3437 casi di Omicron rilevati sono stati tra le persone di età inferiore ai 40 anni, secondo i dati pubblicati lunedì.

Il Centro europeo per il controllo delle malattie ha rilevato che il 72% dei primi casi di Omicron aveva meno di 40 anni, mentre gli Stati Uniti hanno affermato che la maggior parte delle 43 infezioni finora erano nella stessa fascia di età e poco meno dell’80% erano completamente vaccinati.

Ma nonostante le prove che Omicron eluda i vaccini, gli esperti hanno esortato alla calma, di fronte a quello che fino ad oggi sembra essere un ceppo più mite di Covid-19.

“[Omicron] si diffonde più di Delta, ma le conseguenze non sono più gravi”, ha dichiarato l’esperto di malattie infettive dell’ANU Peter Collignon al Daily Telegraph.

“Dovremmo trattarla allo stesso modo di Delta. Dobbiamo stare attenti a non reagire in modo eccessivo”.

Il dottor Smallwood dell’OMS, tuttavia, ha dichiarato che è troppo presto per confermare se Omicron abbia innescato una malattia più lieve.

“È davvero importante non essere frettolosi in termini di giudizio della gravità di Omicron”, ha detto.

“Perché in termini di casi che abbiamo raccolto, sono in una popolazione più sana, più mobile, più giovane, altamente vaccinata … e abbiamo appena iniziato a seguire la traiettoria della malattia”.

Il primo ministro britannico Boris Johnson lunedì ha confermato la prima morte del paese con la variante.

In precedenza è stato rivelato che 10 pazienti erano ricoverati negli ospedali inglesi con Omicron.

“Purtroppo sì, Omicron sta producendo ricoveri ospedalieri e purtroppo almeno un paziente è stato confermato essere morto con Omicron”, ha detto Johnson durante una visita a una clinica di vaccinazione a Londra.

“Quindi penso che l’idea che questa sia in qualche modo una versione più mite del virus, penso che sia qualcosa che dobbiamo mettere da parte e riconoscere solo il ritmo puro con cui accelera attraverso la popolazione. Quindi la cosa migliore che possiamo fare è fare tutti i richiami”.

Contestualmente il segretario alla Salute del Regno Unito Sajid Javid ha confermato che i richiami  diventateranno obbligatori per i pass per vaccinale, al fine di partecipare a eventi pubblici.

Javid ha riferito al Parlamento che il cambiamento entrerà in vigore “una volta che tutti gli adulti avranno avuto una ragionevole possibilità di ottenere la dose di richiamo”.

La dottoressa Angelique Coetzee, il medico sudafricano che per primo ha lanciato l’allarme su Omicron, aveva già da subito dichiarato che la variante appariva “mite” ed espresso sorpresa per la “risposta estrema” da parte dei governi mondiali, incluso il Regno Unito.

Il medico di famiglia e presidente della South African Medical Association ha sottolineato che “nulla di ciò che ho visto su questa nuova variante, giustifica l’azione estrema che il governo britannico ha intrapreso in risposta ad essa“.

In Sud Africa, abbiamo mantenuto un senso di prospettiva“, ha scritto in un articolo di opinione per il Daily Mail il 30 novembre.

“Non abbiamo avuto nuove disposizioni o lockdown, perché stiamo aspettando di vedere come evolve effettivamente la variante”.

Ha aggiunto: “Se, come suggeriscono alcune prove, Omicron si rivela essere un virus a rapida diffusione con sintomi per lo più lievi per la maggior parte delle persone che lo contraggono, sarebbe un passo utile sulla strada dell’immunità di gregge. Impareremo nelle prossime due settimane se è così”.

Source

Iscriviti alla nostra newsletter

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


eVenti Avversi

Read Previous

Robert Malone: “Omicron è un’altra creazione di laboratorio”?

Read Next

Jethro, star della commedia inglese, muore dopo la terza dose. Era ricoverato da una settimana positivo al covid

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Ads Blocker Rilevato

Abbiamo rilevato che utilizzi adblock. Per proseguire la navigazione, per favore, disabilitalo sul nostro sito. Ci aiuta a mantenere i costi del servizio.

Powered By
Best Wordpress Adblock Detecting Plugin | CHP Adblock