• Agosto 16, 2022

Neil Young paladino di Pfizer. Ma è disinteressato? Metà del suo catalogo è di proprietà di un fondo di investimento legato a BlackStone.

di Tessa Lena

Questa è una storia veloce che non avevo davvero intenzione di scrivere, ma è semplicemente troppo divertente e non posso resistere.

Neil Young 

Quindi, Neil Young. Sapete che ha recentemente chiesto a Spotify di deplatformare Joe Rogan per “disinformazione”?

Molto deludente per un artista ribelle, senza dubbio… ma ci potrebbe essere di più in questa storia.

Vedi sotto.

#1. All’inizio del 2021, Neil Young ha venduto metà del suo catalogo a un fondo di investimento chiamato “Hipgnosis Songs Fund Limited”.

Neil Young ha venduto il 50% del copyright mondiale e degli interessi di reddito nel suo catalogo di 1.180 canzoni a Hipgnosis Songs Fund Limited, la società di investimento britannica fondata dal manager diventato investitore Merck Mercuriadis. La mossa arriva pochi giorni dopo che Hipgnosis, che ha trascorso l’ultimo anno ad accaparrarsi cataloghi musicali a destra e a manca, ha annunciato di aver acquisito il 100% dei diritti di pubblicazione di Lindsey Buckingham e le royalties di produzione di Jimmy Iovine.

Un disclaimer sull’integrità intellettuale: Senza guardare al contratto effettivo di Neil Young con Hipghosis Songs, non possiamo determinare la sua esatta relazione finanziaria con Hipgnosis e in che misura benefici o meno finanziariamente dei successi del fondo di investimento. Anche i benefici potrebbero essere intangibili, in quanto ora possiedono il 100% dei diritti di pubblicazione per metà del suo catalogo, e potrebbero includerlo in qualsiasi sforzo promozionale che fanno, il che andrebbe a beneficio delle vendite del suo intero catalogo, non solo della loro metà. Tutto quello che sappiamo onestamente è che ha un rapporto commerciale con loro.

#2. Ok, quindi che dire di questo fondo di investimento?

Yahoo! Finance non sembra elencare i detentori istituzionali di Hipgnosis Songs Fund Limited (elencano solo i loro investitori di fondi comuni) – ma Wikipedia sì!

Nell’ottobre 2021 The Blackstone Group, una società di gestione degli investimenti alternativi, ha annunciato che avrebbe collaborato con Mercuriadis per investire $ 1 miliardo di dollari USA per acquisire cataloghi di canzoni e diritti musicali. Ha inoltre annunciato che Blackstone avrebbe preso una partecipazione di proprietà in Hipgnosis Song Management.

Il che, ora, mi fa meravigliare…. Pensavo che la strana trasformazione degli “artisti ribelli” iniziata durante il precedente ciclo elettorale fosse puramente il risultato dell’esaurimento nervoso creato artificialmente (“TRUMP!!!!!”), della pressione dei coetanei e di un malinteso ma sincero senso di giustizia. E potrebbe essere per molti, ma sembra che almeno nel caso di Neil Young, il denaro possa essere coinvolto nel determinare la sua posizione … O questo o il suo senso di moralità si allinea naturalmente con Big Pharma!

Una nota per evitare confusione: BlackStone e BlackRock sono aziende diverse ma sono intrecciate, apparentemente per design. Ecco la storia ufficiale:

Ed ecco un elenco dei principali azionisti istituzionali blackStone. Vedi BlackRock .



Iscriviti alla nostra newsletter

eVenti Avversi

Read Previous

Pubblicato il 26 gennaio il libro “I Danneggiati da Vaccino – Fantasmi dello Stato Prigionieri del Silenzio”

Read Next

Dopo Omicron, alcuni scienziati prevedono “un periodo di quiete”