• Ottobre 2, 2022

Ormai si muore così: al bar, mentre si mangia una pizza e di notte nel sonno. Ancora 3 tragiche morti di giovani italiani per malore improvviso

Ischia: giovane muore a causa di un malore mentre fa colazione al bar

Dramma Forio, sull’Isola di Ischia. Il 25 marzo un giovane, F.I., stava facendo colazione in un bar della zona mentre è stato colpito da un malore improvviso. Il giovane ha poi perso i sensi e si è accasciato a terra.

I fatti sono accaduti intorno alle 10 di mattina nel bar Capitan Morgan. I presenti hanno immediatamente dato l’allarme chiamando i soccorsi.

Quando i medici del 118 sono giunti all’interno dell’attività hanno tentato di rianimare più volte il giovane. Tuttavia ogni tentativo è risultato vano. Il ragazzo era già deceduto. I militari dell’arma sono poi giunti sul posto e hanno avviato le indagini del caso. Fatale un infarto fulminante secondo le prime ricostruzioni, che non gli ha lasciato scampo.

Sulla salma verrà disposta l’autopsia che determinerà la reale causa della morte.


Mangia una pizza al parco, si accascia e muore: Giovanni trovato senza vita su una panchina

ZERO BRANCO (TREVISO) – Si era seduto su una panchina del parchetto di via Monte Tomba per mangiare una pizza, a meno di 200 metri da casa. Quella di mercoledì non era la prima volta. E non sembrava esserci alcun problema. Verso le 23.50, però, è stato colto da un malore improvviso. Che non gli ha lasciato scampo. Se n’è andato così Giovanni Meloni, conosciuto da tutti con il soprannome di Luca. Aveva solo 47 anni. È stato un passante a scorgere il corpo dell’uomo riverso sulla panchina nel parco poco distante da via Montello, laterale della Noalese che sbuca all’altezza del centro commerciale Zero Center.

SOCCORSI DISPERATI

È scattato subito l’allarme e la telefonata per mettere in moto la macchina dei soccorsi. Sul posto sono intervenuti i carabinieri di Zero Branco. Alcune persone, residenti nella zona, hanno anche provato a rianimarlo. «Ma non è stato sufficiente» allargano le braccia con le lacrime agli occhi. Per il 47enne purtroppo non c’era già più nulla da fare. I medici non hanno potuto far altro che constatarne il decesso. Le prime ricostruzioni parlano di una morte naturale: un malore tanto improvviso quanto imprevedibile. Il volto dell’uomo presentava alcune tumefazioni. Ma sono gli stessi familiari a dubitare della possibilità che sia stato aggredito da qualcuno. Le ferite potrebbero essere legate alla caduta che ha seguito il malore. Su questo fronte, comunque, le indagini sono ancora in corso. L’autorità giudiziaria potrebbe disporre l’autopsia.

FAMILIARI SOTTO CHOC

Giovanni abitava con l’anziana madre proprio nella zona residenziale di viale degli Alpini. Dopo la pausa nel parco sarebbe rientrato a casa nella palazzina a ridosso dell’incrocio tra via Monte Tomba e via Monte Grappa. In zona lo conoscono un po’ tutti, almeno di vista. Era solito girare in bicicletta o passeggiare con il proprio cane, che adorava. Si era fermato in quell’area verde già molte altre volte. Non era un fatto insolito. Mercoledì sera, però, non ha più fatto ritorno a casa. «Non sappiamo cosa possa essere successo -spiega il nipote del 47enne- in questo momento siamo solo molto scossi». Giovanni si era trasferito a Zero Branco verso l’inizio del 2020. Prima aveva abitato e lavorato a Venezia nell’ambito della ristorazione. Negli ultimi due anni, complici anche gli effetti dell’emergenza Covid, era rimasto disoccupato. Aveva avuto alcune difficoltà. Ma non aveva mai perso la voglia di guardare avanti. «Ho voglia di star bene e di superare le cose -aveva scritto sulla propria pagina Facebook poco dopo l’esplosione dell’epidemia- anche se ho due rughette, mi fanno il visto un po’ più vissuto. E a me piacciono».

Adesso si attende l’eventuale autopsia. Dopodiché verrà fissata la data del funerale per dare l’addio al 47enne che sperava di tornare a lavorare quanto prima tra i fornelli e il bancone.


Malore nella notte, morto un 39enne di Malgrate

Aveva 39 anni. Colpito da un malore nella notte

Malgrate – Un lutto improvviso ha colpito la comunità malgratese: all’età di 39 anni è venuto a mancare Paolo Onnis, giovane residente in paese e morto nella notte in seguito ad un improvviso malore.

Persona conosciuta in paese, viveva con i genitori e da ragazzo frequentava molto oratorio e parrocchia a cui si era riavvicinato negli ultimi anni. Increduli amici e conoscenti che sulla pagina Facebook di Paolo stanno lasciando i loro messaggio di affetto e ricordo.

Iscriviti alla nostra newsletter

eVenti Avversi

Read Previous

“Per quelli di voi che hanno preso la terza dose, andate a fare un test per l’AIDS. Il risultato potrebbe sorprendervi. Allora farete causa al vostro governo”. Chi l’ha detto aveva ragione?

Read Next

Treviso, un’altra giovane vita spezzata. Malore fatale per operatrice sanitaria 30enne