• Novembre 27, 2022

Professore della Johns Hopkins definisce il comitato consultivo del CDC un “tribunale illegale” e l’approvazione dei booster COVID-19 per bambini: “schiaffi in faccia alla scienza”

  • Il Professor Marty Makary, esperto di salute pubblica e autore di best-seller, ha dichiarato che il comitato CDC che ha approvato i booster Covid per bambini di cinque anni è un “tribunale illegale”
  • Ha dichiarato che il ragionamento utilizzato non è basato sulla scienza e non si basa su alcun precedente.
  • Il comitato consultivo della FDA, VRBPAC, è stato ancora una volta ignorato nel processo decisionale, poiché molti dei suoi membri hanno contestato a gran voce le decisioni dell’agenzia.

Uno dei principali esperti di salute pubblica ha criticato il principale comitato consultivo del CDC per l’ approvazione delle dosi di richiamo Covid per i bambini di cinque anni.

Il dottor Marty Makary, un esperto di salute pubblica della Johns Hopkins University, ha dichiarato a DailyMaill.com che l’Advisory Committee on Immunization Practices (ACIP) è un “tribunale illegale” pieno di individui che la pensano allo stesso modo spingendo “cure di basso valore”.

Ha anche affermato che altri che in precedenza hanno osato schierarsi contro il dogma pro-vaccino, sono stati costretti a lasciare il panel.

l comitato, che guida il processo decisionale sui vaccini dei Centers for Disease Control and Prevention (CDC), è composto da consulenti esterni provenienti da università e istituti di ricerca di tutto il paese. È stato convocato per decidere se i bambini avessero bisogno dei vaccini aggiuntivi , anche quando la sua controparte nella Food and Drug Administration, il Vaccines and Related Biological Products Advisory Committee (VRBPAC) non lo era.

Questa è la seconda decisione consecutiva per cui VRBPAC non è stato convocato, il comitato che Makary descrive annoverare i principali esperti della nazione, è stato ignorato anche quando la FDA ha approvato il quarto richiamo per gli americani di età pari o superiore a 50 anni.

Makary osserva che molti membri del VRBPAC, tra cui il dottor Cody Meissner, il dottor Paul Offit e il dottor Eric Rubin, avrebbero probabilmente votato no su entrambe le decisioni se richiesto sulla base delle dichiarazioni che hanno pubblicamente rilasciato.

Questa critica arriva mentre un altro gruppo a basso rischio può essere aggiunto alla somministrazione del vaccino, Pfizer infatti ha rivelato che i dati che pubblicherà lunedì, mostrano che il suo regime a tre dosi per i bambini da sei mesi a quattro anni è efficace all’80% nel prevenire l’infezione dalla variante Omicron. Dopodiché probabilmente procederà alla presentazione ufficiale della domanda per avere i vaccini approvati nei prossimi giorni.

La scorsa settimana, la FDA ha dato il via libera ai vaccini di richiamo covid-19 per tutti i bambini americani di età compresa tra cinque e 11 anni. A differenza delle decisioni precedenti, il VRBPAC non è stato consultato sulla decisione. Giovedì, l’ACIP si è riunito e tutti tranne un membro del gruppo hanno approvato i richiami aggiuntivi.

Makary ha definito il panel ACIP “il più grande schiaffo in faccia alla scienza che abbiamo visto durante la pandemia”, aggiungendo che “il razionale … era imperfetto”, per l’approvazione del farmaco.

Rochelle Walensky, direttore del CDC, ha ripetuto più volte la scorsa settimana che i casi di Covid sono in aumento tra i giovani della nazione, anche se una precedente ricerca svelata dall’agenzia rileva che quasi 3 bambini statunitensi su 4 sono già stati infettati, il che significa che hanno già un’immunità naturale al virus.

Anche il livello di rischio da Covid tra i bambini è estremamente basso, l’agenzia riferisce che i minori costituiscono poco più di 1.000 degli oltre un milione di morti che la nazione ha registrato negli ultimi due anni della pandemia – o circa lo 0,1% del carico totale di mortalità.

L’esperto della Johns Hopkins, che è anche un autore di best-seller, ha inoltre affermato che lo studio eseguito da Pfizer per lo studio non ha incluso abbastanza partecipanti, con solo 140 reclutati. Per fare un confronto, gli studi per l’approvazione del regime vaccinale originale COVID-19 approvati nel 2020 hanno incluso oltre 43.000 partecipanti.

L’approvazione dell’ACIP doveva fornire un “messaggio coerente” per gli americani, rendendo la ricezione di vaccini e richiami più semplificata tra le fasce d’età. Ciò significa che non stiamo parlando di una ragione clinica e scientifica, osserva Makary.

“Non ho mai sentito parlare di un messaggio di marketing semplificato come un fattore nella scelta di raccomandare fortemente qualcosa”, ha detto.

L’ultimo gravissimo segnale è stato non convocare il VRBPAC per la seconda volta. Il comitato è composto dai migliori esperti di vaccini della nazione e molti membri non sono stati affatto timidi nel dissentire pubblicamente dalle decisioni della FDA e del CDC.

Quando la quarta dose è stata approvata, tre esperti si sono apertamente espressi contro la decisione.

Il dottor Eric Rubin, redattore capo del New England Journal of Medicine e membro del Vaccines and Related Biological Products Advisory Committee (VRBPAC) della FDA – che di solito ha un peso su queste decisioni, ha dichiarato il mese scorso di non aver visto dati sufficienti per supportare la necessità dei richiami.

“Gli unici dati che ho visto sono stati per i partecipanti seguiti solo per poche settimane”, ha riferito Rubin alla CNN il mese scorso.

“L’informazione più importante è: quanto bene una quarta dose protegga le persone altamente vulnerabili da gravi malattie e morte, e non so quando sarà disponibile.”

Il dottor Paul Offit, anch’egli membro del VRBPAC e direttore del centro di educazione ai vaccini presso il Children’s Hospital of Philadelphia, è stato un critico del lancio della prima dose di richiamo e contesta anche questa approvazione.

“Dov’è la prova che qualcuno sopra i 50 anni benefici di una quarta dose? Perché le prove fino ad oggi sembrano supportare la possibilità per gli over 65, anche se non ho, non abbiamo visto, tutti i dati … ma dov’è la prova per un 50-64 enne? Dov’è questa prova? Perché in assenza di quelle prove, allora non dovrebbe esserci questa raccomandazione”, ha detto alla CNN.

Il dottor Cody Meissner, capo della pediatria presso il Tufts Children’s Hospital e membro del VRBPAC, non è sicuro che il virus rappresenti un rischio sufficiente al momento per rendere necessario un quarto richiamo.

Anche Offit e Meissner sono stati critici della vaccinazione dei bambini più piccoli che soffrono di poco rischio a causa del virus. Il primo ha dichiarato all’inizio di quest’anno che non avrebbe fatto ottenere il richiamo al figlio di 17 anni e avrebbe consigliato all’altro suo figlio – che ha 20 anni – di non ottenere nemmeno la dose aggiuntiva.

Meissner aveva dichiarato al Daily Mail a febbraio: “Penso che dovremmo ripensare al programma vaccinale, perché anche se le persone sono adeguatamente vaccinate sono ancora in grado di infettarsi e trasmettere il virus alle persone sensibili intorno a loro.

“Quindi è un po ‘diverso da molte altre malattie infettive come il morbillo, o parotite, o rosolia. Se sei protetto dall’infezione con il vaccino, allora non lo trasmetterai ad altre persone.

“Ma non è la stessa cosa con [questo virus].”

Gli esperti potrebbero finalmente avere la possibilità di far sentire la loro opinione sull’argomento il mese prossimo, alla riunione del VRBPAC e della FDA programmata per l’approvazione del vaccino Moderna COVID-19 dai bambini dai sei mesi ai 18 anni e il vaccino Pfizer per i minori di cinque anni.

La riunione consultiva è stata programmata in risposta a un nuovo rapporto di Pfizer che mostra che il proprio vaccino – che è un progetto congiunto con la società tedesca BioNTech – è efficace all’80% nel prevenire l’infezione dalla variante Omicron nei bambini di età compresa tra sei mesi e cinque anni.

A differenza delle versioni precedenti, il regime per questa fascia di età è disponibile in tre dosi. I richiami sono di solo tre microgrammi (mg) di dimensioni – un decimo del dosaggio delle dosi da 30 mg per gli adulti.

Il gigante farmaceutico con sede a New York Aveva inizialmente pianificato solo due dosi per i più giovani, ma i risultati della fine dello scorso anno hanno rilevato che due dosi hanno avuto un impatto minimo sull’immunità dal virus nei bambini di età compresa tra 3 e 4 anni.

Questa discussione sui vaccini arriva in un momento in cui i casi stanno aumentando di nuovo, ma la mortalità complessiva del virus sta diminuendo.

L’America ha una media di 113.713 casi al giorno, eclissando di recente i 100.000 casi al giorno per la prima volta da febbraio. I decessi per il virus sono scesi del sette per cento, però, a 348 al giorno.


Martin Adel Makary è un chirurgo britannico-americano, professore, autore e commentatore medico. Pratica oncologia chirurgica e chirurgia laparoscopica gastrointestinale presso il Johns Hopkins Hospital, è Mark Ravitch Chair in Gastrointestinal Surgery presso la Johns Hopkins School of Medicine e insegna politica di salute pubblica come professore di chirurgia e salute pubblica presso la Johns Hopkins Bloomberg School of Public Health.

Iscriviti alla nostra newsletter

eVenti Avversi

Read Previous

Zelia Guzzo, scomparsa a 37 anni a causa di una trombosi cerebrale dopo Astrazeneca, sarà risarcita dallo Stato italiano. È il primo caso con cui viene riconosciuto l’indennizzo previsto dalla legge 210 del 1992 per un vaccino Covid-19

Read Next

“L’Agenzia svedese per la salute pubblica ha ingannato il pubblico sui benefici della vaccinazione,registrando come non vaccinati i decessi dovuti al Covid-19 tra i vaccinati”. LA DENUNCIA DEI MEDICI