• Febbraio 7, 2023

Restrizioni Covid a confronto tra Svezia LIGHT e Danimarca STRONG: cosa dicono i numeri?

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


Durante la pandemia di Covid-19, Danimarca e Svezia hanno adottato metodi molto diversi. 

Mentre la Danimarca ha imposto obblighi di mascherine, ha chiuso le scuole e ha chiuso tutte le attività non “essenziali”, la Svezia non ha imposto quasi alcuna restrizione onnicomprensiva. I sostenitori dei lockdown hanno accusato le autorità svedesi di incoscienza e hanno affermato che il loro approccio ha portato a un bilancio di vittime non necessario.

Ma ora abbiamo i numeri e secondo due professori danesi, Christian Kanstrup Holm, virologo e professore all’Università di Aarhus e Morten Petersen, professore di biologia all’Università di Copenaghen, in un articolo sul quotidiano danese Berlingske Tidende dell’8 luglio scorso, l’eccesso di mortalità nel 2020 e nel 2021 è stato infatti lo stesso in entrambi i paesi.

In Danimarca, le severe restrizioni sono state giustificate dalla necessità di prevenire il collasso del sistema sanitario e il pubblico ha generalmente accettato questa giustificazione. 

La conclusione dei professori, tuttavia, è che questa giustificazione non regge; nonostante le pochissime restrizioni in Svezia, il sistema sanitario svedese non è mai stato nemmeno vicino al collasso.

Nel 2020 gli svedesi hanno sicuramente registrato un eccesso di mortalità, mentre la mortalità in Danimarca è rimasta all’incirca la stessa degli anni precedenti. Ma nel 2021 la tendenza si è invertita secondo i dati. 

I due professori sottolineano inoltre che nel 2020 in Svezia non c’è stato di fatto un eccesso di mortalità tra i minori di 75 anni, il che conferma semplicemente come il Covid-19 attacchi principalmente i più anziani.

Secondo i modelli utilizzati per giustificare restrizioni più severe in Danimarca, ci si aspettava che in Svezia si registrassero circa 30.000 morti in eccesso. Ma secondo i dati, l’eccesso di mortalità in Svezia nel corso dei due anni è stato di circa 6.000 e in Danimarca di 3.000, che equivale alla stessa percentuale ( la popolazione danese è circa la metà di quella svedese). Pertanto, i modelli erano sbagliati di circa il 90%.

Si potrebbe aggiungere che quest’anno assistiamo a un’eccessiva mortalità in Danimarca ben al di sopra di quella svedese.

“Succede spesso”, affermano gli autori, “che individui, gruppi o anche intere popolazioni si trovino intrappolati in false dicotomie. Di solito si basano su proiezioni potenziali e portano a un’accettazione generale della validità di una o più affermazioni, che non reggono al confronto con i dati reali.“ 

Sebbene le false credenze possano essere innocue, “possono anche persistere a lungo, anche se hanno gravi conseguenze negative, sia per gli individui che per intere popolazioni”.

Gli autori invitano le autorità a fare in modo che in futuro possano essere prese in considerazione tutte le conseguenze, gli effetti negativi delle restrizioni sulla salute pubblica, sul benessere psicologico, sull’istruzione e sull’economia. Perché ciò avvenga “è fondamentale avere il coraggio di discutere e analizzare”.

Source

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


eVenti Avversi

Read Previous

Sono SEI le vittime da 20 a 31 anni falciate da MALORE IMPROVVISO nelle ultime ore

Read Next

L’UE aggiunge GRAVI reazioni allergiche come potenziali effetti collaterali del vaccino NOVAVAX 

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Ads Blocker Rilevato

Abbiamo rilevato che utilizzi adblock. Per proseguire la navigazione, per favore, disabilitalo sul nostro sito. Ci aiuta a mantenere i costi del servizio.

Powered By
Best Wordpress Adblock Detecting Plugin | CHP Adblock