• Ottobre 22, 2021

Troppe criticità per il green pass. Richiesto rinvio di 15 giorni da Confindustria Emilia Romagna

Valter Caiumi, presidente di Confindustria Emilia Romagna, chiede a gran voce che l’obbligo di green pass slitti almeno di 15 giorni e che sia consentito fare tamponi validi per il green pass in azienda con costo a carico del datore di lavoro. In un’intervista al Corriere della Sera, Caiumi segnala la forte preoccupazione delle aziende e la necessità, segnalata anche dai sindacati, di non caricare sui dipendenti le spese dei test diagnostici.

Secondo il numero uno di Confindustria Emilia Romagna, si dovrebbero anche seguire i modelli francesi e tedeschi con l’aumento della validità a 72 ore anche dei test rapidi e la possibilità di effettuare tamponi validi per il green pass in azienda con personale specializzato.

FONTE

eVenti Avversi

Read Previous

Il Ministero della Salute israeliano potrebbe chiedere ai vaccinati di non fare attività sportiva a causa del rischio miocardite

Read Next

Gli studi confermano che l’immunità del vaccino Pfizer diminuisce dopo 2 mesi. Perchè il gigante farmaceutico chiede l’approvazione della FDA per i bambini dai 5 agli 11 anni?

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *