• Febbraio 7, 2023

UK-Più di 1.200 richieste di risarcimento per danni da vaccino presentate al governo, ma lo stato non paga

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


da The Independent

Le famiglie i cui cari sono morti o hanno subito gravi effetti collaterali dopo aver ricevuto il vaccino Covid affermano di essere “ignorate”in UK.

<p>Vikki Spit con il suo compagno Zion, morto dopo aver subito una rara ma grave reazione al vaccino AstraZeneca</p>
Vikki Spit con il suo compagno Zion, morto dopo aver subito una rara ma grave reazione al vaccino AstraZeneca

Più di 1.200 richieste sono state presentate al Vaccines Damages Payment Scheme (VDPS), che riconosce ai candidati prescelti fino a £ 120.000 se viene dimostrato un nesso causale tra vaccinazione e reazione grave, che culmina in lesioni o morte.

Ma ad oggi, il governo non ha ancora pagato alcuna forma di risarcimento per le persone colpite.

Alcuni richiedenti hanno aspettato quasi un anno, nonostante le famiglie avessero certificati medici che confermassero che la vaccinazione fosse responsabile della morte dei loro cari.

Il governo afferma che la richiesta media al VDPS dovrebbe richiedere “circa sei mesi” per le indagini e l’elaborazione.

Sarah Moore, un avvocato che rappresenta 95 famiglie in cerca di risarcimento, ha detto che i suoi clienti si sono sentiti “messi a tacere e ignorati”, aggiungendo che non possono parlare di danni legati al vaccino in quanto così facendo rischiano l’ accusa di essere no-vax.

“Per questo motivo non possono nemmeno soffrire in modo normale“, ha dichiarato l’avvocato a The Independent.

Vikki Spit, il cui compagno Zion è morto all’età di 48 anni a seguito di una rara ma grave reazione al vaccino AstraZeneca, ha raccontato che lei e altre famiglie colpite in attesa di sostegno sono state “completamente ignorate”, ridicolizzate e trattate da bugiarde.

La signora Spit ha detto di essere stata accusata di speculare sulla campagna no-vax, ma ha insistito: “Zion ha fatto il suo dovere vaccinandosi e ora lui e gli altri deceduti a causa del vaccino vengono ignorati, non discussi”.

Gli eventi avversi post vaccinazione possono variare dai coaguli di sangue estremamente rari rilevati in alcuni destinatari del vaccino AstraZeneca – un legame che è stato riconosciuto dal regolatore dei farmaci britannico – ad altre condizioni, come la miocardite o l’infiammazione cardiaca, innescata dal vaccino Pfizer.

Delle decine di milioni di persone vaccinate contro il Covid nel Regno Unito, 79 sono morte a causa di trombosi innescata dal vaccino AstraZeneca, che non viene più utilizzato in Gran Bretagna.

Un totale di 440 persone sono state colpite dalla coagulazione del sangue legata al vaccino, secondo il regolatore dei farmaci del Regno Unito.

La Moore ha affermato che è vitale che il governo sostenga finanziariamente le persone che, in circostanze eccezionali, sono state danneggiate dalla vaccinazione o addirittura sono morte.

“Il Vaccine Damage Payment Scheme del governo è stato creato per riconoscere le perdite subite dalle famiglie colpite e fornire un certo sostegno finanziario”, ha detto.

“Eppure, a un anno dalle loro domande iniziali, nessuna delle famiglie con cui stiamo lavorando ha ricevuto pagamenti VDPS.

<p>Martin Brighty ha sofferto di rara coagulazione del sangue dopo essere stato vaccinato contro Covid-19< / p>
Martin Brighty ha sofferto di rara coagulazione del sangue dopo essere stato vaccinato contro Covid-19

“Invece, rimangono in difficoltà con il VDPS, mentre vengono anche a patti con il dolore e in alcuni casi nuove responsabilità di cura”.

Il governo ha riconosciuto che ci sono “crescenti” prove scientifiche “che supportano un’associazione tra i vaccini Covid e alcuni eventi avversi”.

Come risultato di queste prove, i funzionari sono “ora in grado di far progredire le richieste esistenti”, secondo una lettera inviata dalla NHS Business Service Authority a un richiedente il 15 febbraio 2022.

Resta inteso che il governo ha incaricato Crawford & Co, una società di gestione dei sinistri, di iniziare a elaborare le richieste. La prima valutazione inizierà il 16 maggio.

Ma l’avvocato Moore ha dichiarato che il VDPS si sta muovendo troppo lentamente e che la maggior parte dei suoi clienti ha aspettato “ben oltre” sei mesi per il risarcimento dopo aver presentato un reclamo.

Una delle sue famiglie ha presentato una domanda più di 50 settimane fa. In una e-mail ricevuta martedì, alla famiglia è stato riferito da un assistente sociale VDPS :”non siamo in grado di fornire un calendario preciso per la conclusione del provvedimento. Al momento prevediamo che probabilmente richiederà fino a 12 settimane”.

I clienti dell’avvocato Moore sono persone che hanno sofferto di rari effetti collaterali gravi dopo i vaccini Covid e famiglie i cui cari sono morti dopo la vaccinazione.

Dieci dei suoi clienti hanno ricevuto un certificato di morte definitivo o provvisorio che conclude che la vaccinazione sia stata responsabile della morte del loro parente o partner. Cinque di questi hanno presentato la richiesta più di sei mesi fa, ha dichiarato Moore.

In un altro caso, il primo ministro Boris Johnson ha risposto personalmente a un richiedente promettendo aiuto – ma nessun sostegno è seguito a questa offerta, ha detto la moore.

Al 25 marzo 2022, un totale di 1.210 reclami relativi ai vaccini Covid erano stati inviati al VDPS, mostrano i dati. In genere, solo 80 richieste all’anno vengono inoltrate al VDPS.

Per qualificarsi per un pagamento ai sensi del VDPS, i richiedenti devono dimostrare che la loro disabilità sia stata causata dalla vaccinazione e che il danno risultante sia “grave”, rendendoli almeno al 60% disabili o più secondo la scala degli infortuni sul lavoro e le pensioni sul lavoro.

I candidati sono pregati di fornire cartelle cliniche e la prova degli appuntamenti ospedalieri relativi alla loro condizione.

Tuttavia, le famiglie hanno dichiarato che il VDPS è obsoleto, “esclusivamente cartaceo in un mondo di tecnologia” e non è stato aggiornato per tenere conto dei vaccini Covid.

La Moore ha inoltre riferito che non ci sono abbastanza operatori per aiutare a sostenere le famiglie, molte delle quali sono in lutto, e rispondere alle richieste.

La signora Spit ha raccontato di non aver “ricevuto alcun aiuto” dopo aver perso il suo partner, la cui morte è stata causata dalla vaccinazione, come confermato da un medico legale. “Ho avuto solo risposte copia-incolla alle mie domande, ma pochissime risposte effettive”, ha detto.

“La mia fiducia nel sistema è praticamente scomparsa. Emotivamente, mentalmente, fisicamente, continuo a soffrire. Il modo in cui siamo stati sistematicamente rifiutati è stato devastante, oltre alla perdita del mio compagno dopo 21 anni, così improvvisamente. “

Martin Brighty, che ha sofferto di rara coagulazione del sangue dopo la vaccinazione, ha detto di essere stato “abbandonato” e “tradito” dal governo.

“Non siamo anti-vaccino, ci siamo offerti quando ci è stato chiesto di vaccinarci per il bene della società, mai avremmo immaginato di essere lasciati in lutto o disabili e poi ignorati. L’intero governo è chiaramente troppo spaventato per riconoscere noi e la nostra sofferenza”.

Iscriviti alla nostra newsletter

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


eVenti Avversi

Read Previous

Ancora malori e decessi tra giovani: calciatori, sub, velisti, ciclisti…

Read Next

Scoperta italiana: il SARS-CoV-2 è un virus batteriofago (infetta i batteri). Nuove prospettive per cure, diagnosi e Long Covid

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Ads Blocker Rilevato

Abbiamo rilevato che utilizzi adblock. Per proseguire la navigazione, per favore, disabilitalo sul nostro sito. Ci aiuta a mantenere i costi del servizio.

Powered By
Best Wordpress Adblock Detecting Plugin | CHP Adblock