• Giugno 25, 2022

Un politico dell’Ontario chiede alla polizia di indagare sul picco di decessi giovanili successivi al vaccino COVID

“Queste tragedie hanno un filo conduttore di natura improvvisa, in individui di appena 14 anni”, ha scritto l’MPP dell’Ontario Randy Hillier.

TORONTO – Un importante politico dell’Ontario ha esortato il commissario di polizia provinciale a indagare sull’impennata di morti tra i giovani a seguito di vaccini COVID.

Il 22 ottobre, il membro del Parlamento provinciale (MPP) Randy Hillier, ha scritto una lettera al commissario Thomas Carrique chiedendo un’indagine per esaminare le morti “improvvise” e “inspiegabili” di quattro giovani ontariani morti poco dopo aver ricevuto le iniezioni sperimentali di COVID-19.

Sono obbligato a portare alla vostra attenzione una serie di tragiche morti e danni subiti da individui altrimenti sani in tutta la provincia dell’Ontario, che si sono verificati in circostanze discutibili negli ultimi mesi“, apre la lettera.

Queste tragedie hanno un filo conduttore, ovvero di essere improvvise in natura e in individui di appena 14 anni, una fascia demografica che non dovrebbe sperimentare tali morti improvvise. La crescente prevalenza di queste morti è motivo di grande preoccupazione, che potrebbe meritare ulteriori indagini sulla base di negligenza criminale e omicidio colposo“, ha continuato Hillier.

La lettera di Hillier fa menzione di quattro giovani morti nella provincia che sono state ampiamente pubblicizzate negli ultimi mesi: un ragazzo di 17 anni a Beeton, Ontario, uno studente della Queen’s University di Kingston, una matricola della Regina di 18 anni e un giocatore di football di 25 anni e studente di ingegneria all’Università di Ottawa.

Sia la Queen’s University che l’Università di Ottawa impongono che tutto il personale e gli studenti siano “completamente vaccinati” contro COVID-19 per essere presenti nel campus, mentre il ragazzo di 17 anni di Beeton avrebbe ricevuto il vaccino solo perché era un giocatore di hockey nella sua città.

Hillier ha continuato a fare riferimento al codice penale del Canada, che definisce la negligenza criminale come “fare qualsiasi cosa” o “omettere di fare qualsiasi cosa che sia proprio dovere fare” o che mostra un “disprezzo sconsiderato per la vita o la sicurezza di altre persone“.

Continuare consapevolmente a consentire morti inspiegabili senza indagini è a dir poco negligenza criminale per omissione e inganno. Sta diventando sempre più chiaro che questi prodotti vaccinali non sono né sicuri né efficaci come pubblicizzato dai governi e dai media, né erano necessari “, ha scritto l’MPP.

Chiedo a lei, Commissario Carrique, alla polizia provinciale dell’Ontario e alle forze dell’ordine locali di avviare indagini penali immediate per determinare i fatti di queste e altre tragiche morti inspiegabili di natura discutibile e determinare se la somministrazione di un prodotto farmaceutico sia stata un fattore che ha contribuito o che ha potuto causare morte o danni“, ha aggiunto.

Oltre alla legge, Hillier ha menzionato le note reazioni avverse causate dal vaccino, incluso l’aumento del rischio di infiammazione cardiaca come miocardite e pericardite, in particolare nei giovani.

Secondo un rapporto pubblicato da Public Health of Ontario, tra dicembre 2020 e agosto 2021 sono stati diagnosticati oltre 100 casi confermati di infiammazione cardiaca indotta da vaccino in persone di età compresa tra 12 e 24 anni. Il medico di punta della provincia ha annunciato a fine settembre che il vaccino Moderna in particolare, dovrebbe essere evitato dagli individui di età inferiore ai 30 anni a causa del rischio di problemi cardiaci.

Nonostante questa raccomandazione, il nostro governo continua ad autorizzare il vaccino Moderna per l’uso tra queste fasce d’età, con il consenso informato. Ciò contrasta con altri paesi come quelli scandinavi che hanno interrotto la distribuzione dei vaccini Moderna per queste fasce d’età, con l’Islanda che ne ha interrotto del tutto l’uso“, ha scritto Hillier.

Facendo riferimento ai dati ufficiali della Sanità Pubblica dell’Ontario che mostrano che le persone di età compresa tra 18 e 24 anni hanno una probabilità approssimativa di 1 su 3.800 di sviluppare condizioni cardiache potenzialmente fatali dopo la seconda dose del vaccino moderna, Hillier ha avvertito che il futuro si prospetta ancora peggiore se non verrà immediatamente intrapresa un’adeguata azione governativa.

Questo, in un momento critico in cui i produttori di vaccini e i governi stanno cercando l’approvazione per vaccinare la popolazione ancora più giovane di età compresa tra 5 e 11 anni”, ha scritto. “È risaputo che queste fasce demografiche abbiano un rischio risibile da virus COVID-19 e non dovremmo sottoporli a un trattamento farmaceutico potenzialmente dannoso senza dati di sicurezza a lungo termine“.

“Nonostante questo, i governi e i media hanno imposto un programma coercitivo per imporre questi prodotti farmaceutici, come condizione per la partecipazione alla vita in società. Tutta l’opposizione alla loro agenda viene prontamente etichettata come disinformazione, nonostante la pletora di professionisti scettici e altamente accreditati che pesano sulla questione. La narrativa della paura e della coercizione è sostenuta dai media e dalle grandi aziende tecnologiche che ignorano completamente e persino censurano queste voci critiche”.

All’inizio di ottobre, il Dr. Michael Palmer, un microbiologo medico certificato che insegna farmacologia presso l’Università di Waterloo (UW), ha scritto una lettera pungente alla sua università sulla politica di vaccinazione obbligatoria adottata.

Palmer ha dichiarato che la sua opposizione ai vaccini “non è a dispetto della [sua] educazione medica, ma a causa di essa“.

E’ indubbio che qualsiasi scienziato, medico competente, essendo onesto con se stesso non possa non ammettere che questi vaccini – in particolare i vaccini a mRNA, che sono propagandati come ‘scelta sicura’ – causeranno gravi danni e con un numero sufficiente di dosi cumulative, morte certa“, ha scritto il medico.

In riferimento alle morti recentemente segnalate di quattro giovani in Ontario, Palmer ha dichiarato che con le “informazioni limitate fornite” le “morti improvvise … assomigliano molto agli effetti avversi del vaccino“.

Proprio la scorsa settimana, il ministro della salute dell’Ontario Christine Elliot ha annunciato che la provincia sta esaminando l’apertura di cliniche vaccinali nelle scuole, per agevolare la vaccinazione di massa dei bambini dai cinque anni, una volta che il protocollo sarà approvato da Health Canada.

Fin dall’inizio, abbiamo incoraggiato tutti coloro che sono stati in grado di ricevere il vaccino a farlo, e stiamo lanciando quel messaggio con i bambini dai 5 agli 11 anni una volta che il vaccino sarà disponibile“, ha dichiarato Elliot. “Questo non si discosta affatto dal nostro messaggio. Vogliamo che tutti coloro che possono ricevere il vaccino lo facciano“.

fonte

Iscriviti alla nostra newsletter

eVenti Avversi

Read Previous

Oltre 70 dipendenti del Jet Propulsion Lab (NASA) contro l’obbligo vaccinale

Read Next

La vera pandemia è appena iniziata, e sono i decessi e i danni da vaccini COVID nei giovani