• Gennaio 27, 2023

Comunicato Agenzia Europea del Farmaco su irregolarità mestruali dopo il vaccino dell’11 febbraio. Indagini in corso. Non esclusi problemi di infertilità

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


Nella mattinata di oggi, venerdì 11 febbraio, Il Comitato per la farmacovigilanza (Prac) dell’Agenzia europea del farmaco (Ema) ha diramato un comunicato sui casi di irregolarità mestruale segnalati dopo il vaccino covid Pfizer e Moderna.

Al momento, secondo il Comitato, non è possibile escludere o affermare la correlazione di questi casi con i vaccini ed eventuali problemi di infertilità.

“Dopo aver esaminato le evidenze disponibili, il Prac ha deciso di richiedere una valutazione approfondita di tutti i dati disponibili, compresi gli episodi riportati in sistemi di segnalazione spontanea, le sperimentazioni cliniche e la letteratura pubblicata”.

Il comitato aveva precedentemente analizzato segnalazioni di disturbi mestruali (mestruali) nel contesto dei rapporti di sintesi sulla sicurezza per i vaccini Covid approvati in Ue e aveva concluso all’epoca che le evidenze non supportavano un nesso causale tra questi vaccini e i disturbi mestruali. Alla luce delle segnalazioni spontanee di disturbi mestruali con entrambi i prodotti a mRna e dei risultati della letteratura, il Prac ha deciso di valutare ulteriormente l’incidenza di queste problematiche di cicli abbondanti o amenorrea post vaccino.

“I disturbi mestruali – afferma il Comitato – sono molto comuni e possono verificarsi per un’ampia gamma di condizioni mediche di base, nonché per stress e stanchezza. Casi di questi disturbi sono stati segnalati anche in seguito all’infezione da Covid”. I cicli pesanti, viene precisato nella nota Ema, possono essere definiti come “sanguinamenti di un volume tale che può interferire con la qualità della vita a livello fisico, sociale, emotivo e materiale della persona. L’amenorrea può essere definita come l’assenza di sanguinamento mestruale per 3 o più mesi consecutivi”. In questa fase, precisa l’agenzia, “non è ancora chiaro se esista un nesso causale tra i vaccini Covid e le segnalazioni. Inoltre, non ci sono prove che suggeriscano che questi vaccini influiscano sulla fertilità. L’Ema comunicherà ulteriormente quando saranno disponibili ulteriori informazioni”.

FONTE

Iscriviti alla nostra newsletter

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


eVenti Avversi

Read Previous

Via libera alla quarta dose in Italia. Nota del Ministero della Salute dell’11 febbraio. Convocati gli immunodepressi 120 giorni dopo la terza dose

Read Next

“CONVOI DE LA LIBERTE’ “: Macron invoca “La più grande calma”… Solo un mese fa voleva fare “incazzare” i no vax

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Ads Blocker Rilevato

Abbiamo rilevato che utilizzi adblock. Per proseguire la navigazione, per favore, disabilitalo sul nostro sito. Ci aiuta a mantenere i costi del servizio.

Powered By
Best Wordpress Adblock Detecting Plugin | CHP Adblock