• Agosto 16, 2022

Direttore d’ospedale ISRAELE ammette: “L’80% dei casi gravi di COVID sono completamente vaccinati”

Il vaccino non ha “alcuna utilità per quanto riguarda la malattia grave”, afferma il Prof. Yaakov Jerris.

Gli ospedali israeliani sono davvero sovraccarichi di pazienti COVID non vaccinati?

Secondo il Prof. Yaakov Jerris, direttore del reparto coronavirus dell’ospedale Ichilov, la situazione è completamente opposta.

“In questo momento, la maggior parte dei nostri casi gravi sono vaccinati”, ha dichiarato Jerris a Channel 13 News.

“Hanno avuto almeno tre iniezioni. Tra il settanta e l’ottanta per cento dei casi gravi sono vaccinati. Quindi, il vaccino non ha alcuna utilità per quanto riguarda la malattia grave, motivo per cui solo il venti-venticinque percento dei nostri pazienti non è vaccinato”.

Jerris ha inoltre rivelato parte della confusione nel segnalare i casi. Parlando a una riunione di gabinetto domenica, ha riferito ai ministri: “Definire un paziente serio è problematico. Ad esempio, un paziente con una malattia polmonare cronica ha sempre avuto un basso livello di ossigeno, ma ora ha un risultato positivo al test del coronavirus che tecnicamente lo rende un “paziente grave da coronavirus”, ma non è accurato. Il paziente è in condizioni difficili solo perché ha una grave malattia di base”.

Source

Iscriviti alla nostra newsletter

eVenti Avversi

Read Previous

New York. Denuncia dell’emittente televisiva WETM 18 News: morto il 24enne George Watts Jr. per una miocardite dopo la seconda dose di Pfizer

Read Next

Perché i media mainstream ignorano gli studi delle maggiori università che mostrano i lockdown come un disastro assoluto?