• Febbraio 25, 2024

FAUCI: “Ripensare i V. di nuova generazione per c.virus, virus dell’influenza e altri virus respiratori”- STUDIO ( 2023)

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


Il tempismo di certo non manca. È stato pubblicato a gennaio 2023, uno studio del NIH a firma Anthony Fauci intitolato ” Rethinking next-generation vaccines for coron.viruses, influenzaviruses, and other respiratory viruses”(Ripensare i vaccini di nuova generazione per coron.virus, virus dell’influenza e altri virus respiratori).

L’ articolo appare sulla rivista scientifica Cell Host & Microbe ed esordisce così:

I virus che si replicano nella mucosa respiratoria umana senza infettare sistemicamente, inclusi influenza A, SARS-CoV-2, coronavirus endemici, RSV e molti altri virus del “raffreddore comune”, causano mortalità e morbilità significative e sono importanti preoccupazioni per la salute pubblica. Poiché questi virus generalmente non suscitano da soli un’immunità protettiva completa e duratura, fino ad oggi non sono stati efficacemente controllati da vaccini autorizzati o sperimentali. In questa recensione, esaminiamo le sfide che hanno impedito lo sviluppo di efficaci vaccini respiratori della mucosa, sottolineando che tutti questi virus si replicano molto rapidamente nell’epitelio superficiale e vengono rapidamente trasmessi ad altri ospiti, entro una ristretta finestra di tempo prima che le risposte immunitarie adattative siano completamente schierato.

Continuando la lettura, incontriamo succose ammissioni ( quando sono strumentali per un fine superiore, sono consentite fare evidentemente):

[…] ” Nel corso degli anni, i vaccini antinfluenzali non sono mai stati in grado di suscitare un’immunità protettiva duratura contro i ceppi del virus dell’influenza stagionale, anche contro i ceppi non derivati. Sebbene gli attuali vaccini antinfluenzali riducano in una certa misura il rischio di malattie gravi, ospedalizzazione e morte, la loro efficacia contro l’infezione clinicamente evidente è decisamente SUBOTTIMALE[…]

 I vaccini attuali richiedono una rivaccinazione annuale con formulazioni aggiornate che spesso non corrispondono esattamente ai ceppi virali circolanti.

Sebbene le vaccinazioni antinfluenzali annuali siano fortemente raccomandate per la maggior parte del pubblico in generale e in particolare per le persone in gruppi ad alto rischio, compresi gli anziani, le persone con malattie croniche e le donne incinte, l’accettazione del vaccino da parte del pubblico in generale non è l’ideale[…]

-DANNATA RILUTTANZA-

Ma veniamo al punto:

“Durante la pandemia di COVID-19…poiché sono emersi ceppi varianti di SARS-CoV-2, sono diventate evidenti le carenze in questi V. che ricordano i V. antinfluenzali. I V. per questi due virus molto diversi hanno caratteristiche comuni: suscitano una protezione incompleta e di breve durata contro le varianti virali in evoluzione che sfuggono all’immunità della popolazione”[…]

Stiamo dunque assistendo alla rottamazione dei famosi preparati miracolosi.

Continuiamo a leggere:

” …Dobbiamo anche chiederci se ci sono altri approcci V. che dovrebbero essere presi in considerazione, come V. stagionali sequenziali e V. supplementari della mucosa per stimolare l’immunità specifica delle vie respiratorie superiori o l’immunità innata non specifica. Tali approcci potrebbero includere approcci prime-boost, ad esempio, mescolando l’attivazione dell’immunità sistemica e della mucosa, forse con la V. sistemica primaria seguita da un boost con la V. intranasale o viceversa.Oltre alla V. intranasale, avremo bisogno di esplorare più a fondo le risposte alla V. in altri compartimenti immunitari respiratori, come la V. congiuntivale con collirio e in particolare la V. aerosol per alcuni virus respiratori, come suggerito da studi sperimentali sull’uomo e sugli animali per l’influenza e altre malattie virali respiratorie”[…]

Quindi sembrerebbe stiano preparando un vero e proprio arsenale V.: V. classici, intranasali, congiuntivali con collirio e via aerosol.

Passiamo alle conclusioni:

“I V. protettivi durevolmente contro i virus respiratori della mucosa non sistemici con alti tassi di mortalità hanno finora eluso gli sforzi di sviluppo.
Le sfide per lo sviluppo di V. respiratori di nuova generazione sono molte e complesse. Dobbiamo capire meglio perché più infezioni sequenziali della mucosa con gli stessi virus respiratori circolanti, diffuse nel corso di decenni di vita, non riescono a suscitare l’immunità protettiva naturale, specialmente con virus privi di deriva antigenica significativa (ad esempio, RSV e parainfluenzavirus),se vogliamo sviluppare razionalmente V. che li prevengano. Dobbiamo pensare fuori dagli schemi per realizzare V. di prossima generazione che suscitino protezione immunitaria contro i virus che sopravvivono nelle popolazioni umane grazie alla loro capacità di rimanere significativamente al di fuori della piena portata protettiva dell’immunità umana innata e adattativa.
I passati tentativi infruttuosi di suscitare una solida protezione contro i virus respiratori delle mucose e di controllare le epidemie mortali e le pandemie che causano sono stati un fallimento scientifico e di salute pubblica che deve essere affrontato con urgenza.

UN FALLIMENTO! AH, CI SIAMO FINALMENTE.

Siamo entusiasti e rinvigoriti dal fatto che molti ricercatori e gruppi di collaborazione stiano ripensando, da zero, tutti i nostri presupposti e approcci passati per prevenire importanti malattie virali respiratorie e lavorando per trovare nuove e audaci strade da percorrere”.

“Nuove e audaci strade da percorrere” e su questo almeno, concordiamo.

LINK ALL’ARTICOLO COMPLETO:

https://www.cell.com/cell-host-microbe/fulltext/S1931-3128(22)00572-8

Iscriviti alla nostra newsletter

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


eVenti Avversi

Read Previous

Il direttore generale dell’OMS Tedros: “Dobbiamo prepararci” a una potenziale pandemia di influenza aviaria umana H5N1 (VIDEO)

Read Next

Lecce, «Somministrano HPV( Papilloma virus) a bimbo di 4 mesi»: denuncia in Procura

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Ads Blocker Rilevato

Abbiamo rilevato che utilizzi adblock. Per proseguire la navigazione, per favore, disabilitalo sul nostro sito. Ci aiuta a mantenere i costi del servizio.

Powered By
100% Free SEO Tools - Tool Kits PRO