• Novembre 26, 2022

Giornalista Carla Mazzola ha reazione avversa dopo terza dose di Moderna. Voleva Pfizer ma il medico le ha detto: “lo teniamo per i bambini”

La giornalista modenese Carla Mazzola racconta quanto le è successo nei giorni scorsi a riguardo della terza dose del vaccino covid.

“Ho fatto due prime dosi con Pfizer senza riscontrare alcun effetto collaterale. Mercoledì ho fatto il richiamo all’hub dell’ex Aeronautica di Modena, ma in questo caso i problemi non sono mancati. ‘Deve fare mezza dose di Moderna’, mi ha detto il medico e alla mia richiesta di ripetere il vaccino Pfizer mi è stato risposto negativamente poichè, mi è stato detto, viene tenuto per i bambini. Del resto ho saputo che mi veniva fatta solo mezza dose perché la dose intera sarebbe stata troppo forte. Risultato: dopo il vaccino Moderna, 39 di febbre e dolori. Ora mi chiedo se davvero ho parlato con un medico”.

In base alle indicazioni ministeriali la dose booster può essere effettuta con un vaccino a mRna, Pfizer o Moderna. In particolare la terza dose del vaccino Spikevax è di 50 mcg in 0,25 ml, corrispondente a metà dose rispetto a quella utilizzata per il ciclo primario, mentre Pfizer viene inoculato nella stessa quantità.


“Ora sto meglio, ma sono stata malissimo – racconta Carla Mazzola – L’atteggiamento che ho riscontrato in quel medico non mi è piaciuto affatto, senza considerare che ho constatato come nessuno controlli le patologie in atto”.

FONTE

Iscriviti alla nostra newsletter

eVenti Avversi

Read Previous

Una 17enne è morta per infarto poche settimane dopo la seconda dose del vaccino Pfizer nello Stato di Washington (USA). Fino al 5 novembre negli USA 47.565 morti o disabili permanenti dopo il vaccino

Read Next

Journal of Endocrinological Investigation: nuovo studio dimostra la correlazione tra vaccinazione SARS-CoV2 a base di mRNA e la malattia di Graves, la tiroidite subacuta e la tiroidite silenziosa