• Dicembre 10, 2022

Kellai Rodriguez, 35enne con reazione avversa a Pfizer vittima invisibile

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


Dopo che Kellai Rodriguez ha ricevuto la sua seconda dose di Pfizer, non è più in grado di camminare o parlare normalmente e non è più in grado di accudire il suo bambino, prova un dolore “lancinante”.

WASHINGTON, D.C. – Una donna di 35 anni che soffre di tremori corporei incontrollabili dopo aver ricevuto la seconda dose di vaccino Pfizer ha condiviso come, nonostante i suoi sintomi paralizzanti, i medici neghino l’evidenza non riscontrando “nessun problema medico”.

Kellai Rodriguez ha condiviso la storia di come la sua vita sia stata “sconvolta”, durante la manifestazione di Real not Rare tenutasi sulla gradinata della Corte Suprema, con relatori che hanno sperimentato eventi avversi da vaccino con sintomi dolorosi e debilitanti. Rodriguez e la maggior parte degli altri oratori hanno raccontato che i propri medici non hanno preso sul serio le loro denunce di danni da vaccino,il che è sconvolgente.

Kellai Rodriguez, che in precedenza era molto atletica è una madre casalinga e ha raccontato che ha deciso di sottoporsi al vaccino Pfizer all’inizio di quest’anno, perché era “terrorizzata”dall’idea di poter contrarre di nuovo il COVID e morire.

Ho avuto il COVID a febbraio e mi ha quasi ucciso“, ha raccontato Rodriguez. Non molto tempo dopo, ha ricevuto la sua prima dose di vaccino Pfizer, il 13 aprile e la seconda dose il 5 maggio. “Ho avuto il COVID due volte a causa dei vaccini”, ha aggiunto.

“Il 29 giugno 2021, la mia quotidianità si è fermata bruscamente. Ho perso la capacità di parlare in modo naturale. Sono diventata incapace di camminare senza un deambulatore e non so mai se o quando i tremori sopraggiungeranno. Non posso più cucinare, pulire o persino tenere il mio bambino tra le braccia per troppo tempo, prima che il mio corpo inizi a tremare in modo incontrollabile o accusi dolori strazianti “, ha dichiarato Rodriguez.

“In questo periodo sono stata visitata da innumerevoli medici del servizio di assistenza immediata, così come da due neurologi, ma non mi hanno dato diagnosi”, ha continuato.

Rodriguez ha raccontato che non lesono stati prescritti “ulteriori test oltre al regolare esame del sangue, scansioni TC, EEG, ECG e risonanza magnetica”, che hanno mostrato risultati “nella norma”.

In alcuni casi, i suoi sintomi sono stati identificati come problema psicologico, avvenimento più volte denunciato da parte di tutte le altre vittime di Pfizer presenti come oratori del rally. Quando non hanno travisato i loro sintomi, i medici hanno spesso rifiutato di collegare i sintomi dei pazienti al vaccino o di riconoscere che i loro sintomi fossero reali.

“È diventata l’esperienza più solitaria e isolante che abbia mai vissuto nei miei 35 anni di vita”, ha dichiarato Rodriguez. “Mi è stato fatto capire he a nessuno importa della mia salute. Che non sono altro che un fastidio e una perdita di tempo. Io merito di essere ascoltata e trattata con compassione, invece, sono stata chiamata bugiarda e falsa, e mi è stato persino detto dai medici del servizio di assistenza telefonica che il probema è tutto nella mia testa e che non c’è nulla di sbagliato dal punto di vista medico in me. “

In effetti, racconta, sono arrivati al punto di interpellare un assistente sociale per far valutare un ricovero in un ospedale statale di salute mentale.

Rodriguez ha affermato di voler condividere la sua storia fino a quando “ogni singola” persona danneggiata da un vaccino COVID “avrà una diagnosi e un terapeutico in atto”.

Crede che sia tempo di “pretendere” che i medici “smettano di ignorare e respingere ciò che sta accadendo a migliaia di persone” in tutto il mondo.

“Vi amo tutti perché questa è l’unica cosa che ci farà superare tutto questo. L’amore è l’unica arma abbastanza potente da distruggere la bruttezza in questo caos che chiamiamo il nostro mondo”, ha dichiarato Rodriguez.

Real Not Rare  è un movimento che cerca di aumentare la consapevolezza sulle reazioni avverse ai vaccini COVID, cerca il riconoscimento da parte dei media e del governo di questi danni e sostiene un miglior trattamento delle persone vittime dei vaccini.

Real, Not Rare | Download. Upload. Share. (realnotrare.com)

Source

Iscriviti alla nostra newsletter

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


eVenti Avversi

Read Previous

Sospeso il green pass per l’accesso agli edifici del Parlamento Europeo. Il Presidente del Tribunale UE accoglie il ricorso dell’associazione belga ASBL Notre Bon Droit

Read Next

Ipnosi per vaccinare chi è contrario, in Svizzera durante la Settimana nazionale delle vaccinazioni

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Ads Blocker Rilevato

Abbiamo rilevato che utilizzi adblock. Per proseguire la navigazione, per favore, disabilitalo sul nostro sito. Ci aiuta a mantenere i costi del servizio.

Powered By
Best Wordpress Adblock Detecting Plugin | CHP Adblock