• Ottobre 2, 2023

La deposizione di 7 ore di Fauci accusato di collusione con Big Tech: cosa sappiamo finora

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


DI BROWNSTONE INSTITUTE

La trascrizione non è ancora disponibile e non sono stati ammessi giornalisti. Ma dai procuratori generali che hanno intentato la causa, dai querelanti e dal loro avvocato, e da altre parti in causa contro l’amministrazione Biden, ci sono alcune informazioni sulla deposizione di Anthony “Io sono la scienza” Fauci. Egli è stato il volto della risposta alla pandemia ed è accusato di collusione con Big Tech per reprimere il dissenso in violazione del Primo Emendamento.

La questione se la deposizione dovesse essere pubblica è stata oggetto di attenzione legale. Il Dipartimento di Giustizia ha chiesto di bloccare tutte le registrazioni e le informazioni di identificazione personale per timore di molestie pubbliche, e questa condizione è stata accolta. Di conseguenza, non abbiamo alcuna trascrizione (ancora) e si percepisce una grande ritrosia anche da parte di coloro che erano presenti per spiegare la pienezza di ciò che è emerso. I principali media nazionali non hanno mostrato interesse per la storia.

Tuttavia, abbiamo informazioni grazie ad alcuni candidi tweet e a un articolo di uno dei querelanti. Il risultato principale è che Fauci sembra essere affetto da un grave caso di amnesia. Per sette ore, ha riferito il procuratore generale della Louisiana Jeff Landry, ha perlopiù respinto le domande dettagliate rispondendo di non avere un ricordo chiaro dei dettagli che potrebbero far luce sul suo coinvolgimento nella soppressione della parola.

“È stato incredibile passare 7 ore con il dottor Fauci. L’uomo che da solo ha distrutto l’economia degli Stati Uniti basandosi sulla ‘scienza’. Solo per scoprire che non riesce a ricordare praticamente nulla della sua risposta Covid!”.

Questo nonostante le centinaia di pagine e le molte dichiarazioni pubbliche che sembrano confermare che la Casa Bianca e molte agenzie governative hanno lavorato a stretto contatto con Google, Facebook, Twitter e altri per controllare la narrazione per quasi due anni. E questi sforzi sono probabilmente in corso.

Eric Schmitt, procuratore generale del Missouri e ora senatore eletto, ha ha twittato: “Alcuni spunti dalla deposizione di Fauci: Fauci sapeva che la teoria della fuga dal laboratorio aveva dei meriti, ma gli sarebbe tornata in mente e ha cercato di screditarla immediatamente; ha difeso le chiusure; ‘non ha la capacità’ di determinare cosa sia meglio per noi “.

Inoltre, ha scritto: “Nella deposizione di Fauci di questa settimana, la giornalista del tribunale ha starnutito. Fauci voleva che indossasse una mascherina. Questa è la mentalità a novembre 2022 di colui che ha bloccato il nostro Paese e ha rovinato innumerevoli vite negando mezzi di sussistenza. Il dissenso è stato censurato. In America. Mai più“.

Aaron Kheritary, Senior Scholar e Fellow di Brownstone, spiega come segue:

AGGIORNAMENTO: dalla nostra deposizione di ieri di Fauci nella causa MO contro Biden. Fauci ha confermato che nel febbraio 2020 ha inviato Clifford Lane, il suo vice al NAIAD, come rappresentante degli Stati Uniti per la delegazione dell’OMS in Cina. Lane convinse Fauci che avremmo dovuto emulare le misure di blocco della Cina.

Il PCC aveva annunciato che la Cina aveva contenuto il virus attraverso misure di blocco draconiane, un’affermazione ora nota come falsa. Dato il modello di falsificazione delle informazioni da parte della Cina, Lane e Fauci avrebbero dovuto affrontare questa affermazione con scetticismo. Le misure di blocco non erano state testate e non hanno avuto precedenti.

Come ha detto il nostro avvocato, @Leftylockdowns1, Fauci “era apparentemente disposto a basare la sua difesa dei blocchi sulle osservazioni di un singolo uomo che si basava sui rapporti di una dittattatura”. Non proprio un livello di prova da studio randomizzato in doppio cieco, o addirittura un qualsiasi livello di prova.

Giorni dopo il ritorno di Lane, l’OMS ha pubblicato un rapporto che elogiava la strategia cinese: “L’uso intransigente e rigoroso da parte della Cina di misure non farmacologiche [serrate] per contenere la trasmissione del virus COVID-19 in diversi contesti fornisce lezioni vitali per la risposta globale”.

“Questa risposta di salute pubblica piuttosto unica e senza precedenti in Cina ha invertito l’escalation dei casi”, si legge nel rapporto. Il mio collega @jeffreyatucker del @brownstoneinst ha commentato in modo ironico il rapporto dell’OMS: “Ho visto il futuro, ed è Wuhan”.

Le chiusure si sono rapidamente diffuse dalla Cina all’Occidente, dato che un numero preoccupante di apologeti occidentali, oltre all’OMS, ha guardato alla risposta covid del Partito Comunista Cinese come una guida.

Gli Stati Uniti e il Regno Unito seguirono la chiusura dell’Italia, che aveva seguito la Cina, e tutti i Paesi del mondo, tranne una manciata, seguirono immediatamente il nostro esempio. Nel giro di poche settimane tutto il mondo era bloccato.

Fin dall’inizio, la base probatoria di questa catastrofe politica globale è sempre stata molto debole. Ora stiamo vivendo le conseguenze.

Jim Hoft di Gateway Pundit ha aggiunto citazioni dirette di Fauci che confermano pienamente il rapporto di Brownstone sul viaggio dei NIH in Cina nel febbraio 2020:

John Sauer, “E il signor Lane, dopo essere tornato dal viaggio, ha detto che i cinesi stavano gestendo la situazione in modo molto strutturato e organizzato; è corretto?… Ha discusso con il signor Lane l’esperienza del viaggio quando è tornato dal viaggio dell’OMS?”.

Dr. Fauci: “La risposta è che l’ho fatto… Il Dr. Lane è rimasto molto colpito da come, dal punto di vista della sanità pubblica, i cinesi stavano gestendo l’isolamento, la ricerca dei contatti, la costruzione di strutture per prendersi cura delle persone, ed è questo che credo intendesse quando ha detto che stavano gestendo la cosa in modo molto strutturato e organizzato”.

Sauer: “Quindi ha tratto la conclusione che potrebbero essere necessarie misure estreme, per dirla con le sue parole, per imporre l’allontanamento sociale per riportare l’epidemia sotto controllo; è corretto?”

Fauci: “Questo è ciò che implica, sì… Ha discusso con me che i cinesi avevano un modo molto organizzato di cercare di contenere la diffusione a Wuhan e altrove. Non ha avuto la possibilità di andare a Wuhan, ma è stato a Pechino e credo anche in altre città – almeno a Pechino – e mi ha detto che avevano un modo molto organizzato e ben regolato di gestire l’epidemia.

Sauer: “E quindi la sua reazione è stata positiva. Ci potrebbero essere lezioni da imparare per gli Stati Uniti nella loro risposta all’epidemia?”.

Fauci: “Credo che il dottor Lane sia giunto alla conclusione che, quando si ha una malattia respiratoria diffusa, un modo molto comune ed efficace per limitare la rapida diffusione della malattia è l’attuazione di misure di distanziamento sociale… Il dottor Lane è un clinico molto astuto e ho tutte le ragioni per credere che la sua valutazione della situazione sia stata accurata e corretta”.

Per essere chiari, Fauci ha descritto una risposta politica che comprendeva la saldatura delle porte degli appartamenti e il controllo totalitario dei movimenti come un’implementazione “molto organizzata” e “ben regolata” di “misure di distanziamento sociale”.

Lasciatevelo dire.

Hoft ha fornito inoltre le osservazioni più dettagliate. Riportiamo qui di seguito l’intero rapporto:

  • Fauci è un abile bugiardo. Come abbiamo visto per mesi nei suoi commenti pubblici, mente quando ritiene di poterla fare franca o quando ritiene che non ci saranno conseguenze significative.
  • Fauci ha mentito spesso, a meno che e fino a quando non è stato messo di fronte a fatti alternativi. Per esempio, ha affermato di non conoscere Ralph Baric (creatore del virus COVID) o Peter Daszak (che ha intermediato i fondi del NIAID di Fauci al laboratorio cinese di Wuhan), fino a quando non è stato messo di fronte alla prova che il suo stesso capo del personale gli aveva inviato un’e-mail in cui descriveva Daszak e Baric come parte del team Fauci!
  • Fauci ha affermato di non essere a conoscenza del fatto che il suo team di comunicazione non si coordinasse con le società di social media per fermare “la disinformazione e la propaganda”, finché non è stato costretto ad ammettere di essere effettivamente a conoscenza di alcuni casi di coordinamento.
  • Fauci ha continuato a sostenere che il COVID-19 sia un virus di origine naturale.
  • Fauci ha detto che la disinformazione (informazioni con cui non è d’accordo) mette a rischio delle vite.
  • Fauci si è rifiutato di definire la ricerca sul “guadagno di funzione”, affermando che si tratta di un termine troppo ampio da definire.
  • CURIOSITA‘: fino a pochissimo tempo fa, la figlia di Fauci lavorava per Twitter.
  • CURIOSITA‘: Fauci è ipocondriaco. In un segmento bizzarro e sorprendente durante la deposizione, Fauci ha scaricato parte della sua frustrazione sulla povera cronista del tribunale. La cronista che trascriveva la deposizione ha starnutito, e Fauci ha interrotto la deposizione e l’ha rimproverata: “Cosa c’è che non va in lei? Ha una qualche malattia respiratoria, perché nell’era COVID sono preoccupato di stare vicino a lei”. Giornalista: “Non sono malata, ho solo un’allergia. Però posso indossare una mascherina”. Fauci: “Ok. Grazie, perché l’ultima cosa che voglio è prendere il COVID“( che ha già avuto) [in particolare, (1) Fauci stesso non ha indossato una mascherina in nessun momento della deposizione e (2) sembrava essere a diversi metri di distanza dal giornalista del tribunale].
  • CURIOSITA’: in un altro spasmo di ipocondria di Fauci ha vistosamente abbracciato il procuratore generale della Louisiana Jeff Landry dopo che quest’ultimo aveva starnutito nella giacca del suo abito.
  • Gioco d’azzardo. Ogni volta che veniva introdotto a un argomento difficile, si rifiutava disonestamente di definire i termini chiave per evitare di essere messo alle strette e ritenuto responsabile. Ad esempio, quando si è discusso della ricerca sul “guadagno di funzione” ( gain of function ), si è rifiutato di riconoscere il significato del termine, obiettando che si trattasse di un termine così ampio da non poter essere definito.
  • Fauci ha ripetutamente affermato di “non ricordare” o di “non potersi ricordare” e ha tentato di avvalorare queste incredibili affermazioni appellandosi alla mole di e-mail che avrebbe ricevuto o alle questioni o agli studi che sarebbero arrivati sulla sua scrivania. Questo non è credibile per quasi tutte le dichiarazioni, perché gli incidenti in questione erano recenti o risalenti agli ultimi tre anni, e tutti di forte impatto politico.
  • L’altro metodo di Fauci per mentire consisteva semplicemente nel fingere di non capire qualcosa, sperando che l’avvocato che poneva la domanda non fosse in grado di coglierlo in fallo. Per esempio, a un certo punto ha mentito in modo evidente quando ha affermato di non sapere cosa fosse Meta (società madre di Facebook), finché non è stato costretto ad ammettere che in effetti sapeva cosa fosse Meta.
  • Un’altra tattica di Fauci: quando è stato costretto ad ammettere di aver fatto una comunicazione o di aver esaminato un documento chiave in un momento chiave, o di aver conosciuto o lavorato con un individuo chiave, ha cercato di minimizzare ogni fatto negativo (1) sminuendo l’importanza della comunicazione, (2) suggerendo che, pur avendo esaminato il documento chiave, non lo aveva letto con attenzione, o (3) con falsa umiltà, suggerendo di non essere un esperto nel campo X e quindi di non aver compreso appieno lo studio scientifico in questione, o (4) affermando che, pur “conoscendo” la persona in questione, non la conosce davvero così bene perché incontra molti medici e scienziati nell’ambito del suo lavoro.
  • Altra tattica di inganno di Fauci: “gettare i subordinati sotto l’autobus”. Fauci è un famoso sopravvissuto tra i burocrati. Uno dei modi in cui è sopravvissuto così a lungo è quello di prendersi il merito solo delle vittorie e di scaricare le sconfitte sugli sfortunati subordinati. Questa tendenza è proseguita nella sua deposizione, in cui ha sfacciatamente sostenuto che, pur essendo a capo del NIAID e del suo budget di 6 miliardi di dollari, non fosse a conoscenza di ciò che i suoi diretti collaboratori stavano facendo proprio sotto il suo naso. Fauci sostiene la responsabilità, a patto che abbia un subordinato da sacrificare.
  • Fauci sosteneva che l’idrossiclorochina fosse “pericolosa” e avesse effetti collaterali “tossici”…. Fauci sosteneva che l’HCQ fosse inefficace nel trattamento della COVID, ma non è in grado di citare un solo studio a sostegno della sua affermazione. Fauci ha anche rifiutato l’elenco di 371 studi sull’HCQ e sulla sua efficacia nel trattamento della malattia quando gli è stato presentato.
  • Fauci ha ammesso di aver mentito al pubblico. In uno dei momenti più sorprendenti della sua deposizione, Fauci ha ammesso di aver consapevolmente fatto dichiarazioni false sulla salute pubblica all’inizio della pandemia, sconsigliando alle persone di usare le mascherine per non esaurire le scorte di mascherine.
  • Fauci ha ammesso di aver preso spunto per la sua idea di blocco dai cinesi, che hanno attuato il loro blocco estremo nel gennaio 2020.

Jenin Younes, avvocato dei querelanti che lavora con la New Civil Liberties Alliance, ha scritto su Twitter: “Una delle mie citazioni preferite dalla deposizione di Fauci di oggi: “Ho un lavoro giornaliero molto impegnativo nel gestire un istituto da sei miliardi di dollari. Non ho tempo di preoccuparmi di cose come la Dichiarazione di Great Barrington“.

Si tenga presente che abbiamo le registrazioni complete delle e-mail in cui Fauci si è preso il merito di essere “intervenuto pubblicamente con forza contro la Dichiarazione di Great Barrington“.

In conclusione, abbiamo qui un resoconto rivelatore di una testimonianza sorprendente di Fauci che, per coloro che hanno seguito da vicino questo caso fin dall’inizio, è scioccante solo perché conferma la pienezza del tradimento che da tempo sospettavamo essere al centro dell’esperienza di isolamento degli Stati Uniti. Abbiamo anche la conferma che l’espressione “distanziamento sociale” non è altro che un eufemismo per un assalto totale in stile cinese a tutto ciò che una volta chiamavamo libertà in Occidente.

Iscriviti alla nostra newsletter

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


eVenti Avversi

Read Previous

Il campione italiano con problemi cardiaci. Carriera finita? Aveva partecipato allo spot per promuovere il v.

Read Next

Magnate dell’ edilizia muore improvvisamente a 46 anni

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Ads Blocker Rilevato

Abbiamo rilevato che utilizzi adblock. Per proseguire la navigazione, per favore, disabilitalo sul nostro sito. Ci aiuta a mantenere i costi del servizio.