• Maggio 19, 2022

Perizia accerta che Michelle Barlow è morta a causa del vaccino. L’ospedale aveva erroneamente diagnosticato una gastroenterite

L’indagine giudiziaria sulla morte di una 51enne di Orrell, rione della città metropolitana di Wigan (inghilterra), Michelle Barlow, ha accertato il decesso per coaguli di sangue sviluppati dopo il vaccino AstraZeneca del 16 marzo.

Il medico legale Timothy Brennand ha, inoltre, affermato che la donna non ha ricevuto cure ottimali in ospedale.

La signora Barlow si era recata per la prima volta alla Royal Albert Edward Infirmary di Wigan con “effetti collaterali” simil-influenzali il 19 marzo, 12 giorni dopo aver ricevuto un vaccino in un centro di vaccinazione di massa al Robin Park di Wigan.

Il marito Ian ha detto dinanzi al Tribunale di Bolton che la moglie si è sentita “imbrogliata” ed è stata dimessa, ma stava male ed è tornata il giorno successivo con conseguente ricovero per sospetta gastroenterite.

Tre giorni dopo, il signor Barlow ha ricevuto una telefonata da un’infermiera che gli diceva di recarsi in ospedale il prima possibile.

“Mi è stato detto che non potevano fare nulla per lei. Poi sono entrati due medici e mi hanno parlato”, ha detto.

“Ho detto, ‘dovete salvarla’.”

Il consulente ospedaliero, il dottor Mian Ahmed, ha detto in udienza che, in una situazione del genere, avrebbe prescritto prima al paziente emoglobina, anticoagulanti e TAC. Il chirurgo dottor Marius Paraoan ha aggiunto che una volta esaminata la TAC della signora Barlow, ha concluso che i coaguli di sangue non potevano essere rimossi chirurgicamente ed erano “non compatibili con la sopravvivenza”.

Il dottor Brennand ha concluso affermando di non poter confermare la certezza di sopravvivenza della signora Burlow se i medici avessero riconosciuto prima la grave reazione avversa.

“La donna è deceduta in conseguenza delle rare complicazioni non riconosciute di una vaccinazione Covid-19 recentemente somministrata”, ha aggiunto il medico legale. Tuttavia, ha affermato che potrebbero esserci state alcune “cure non ottimali” e “pregiudizi” causati dai medici nel persistere con la loro diagnosi iniziale sbagliata.

Fuori dal tribunale Ian Barlow ha chiesto una indagine giudiziaria sulla commercializzazione del vaccino e ha affermato di provare “sollievo” dal fatto che il ruolo del vaccino nella morte di sua moglie fosse stato riconosciuto.

Ha detto che la famiglia si è sentita ostacolata dai funzionari della sanità pubblica quando ha sollevato le sue preoccupazioni sul vaccino.

“Le vittime del vaccino Covid sono eroi dimenticati accanto alle vittime di Covid, perché i danni da vaccino sono ormai risaputi”, ha affermato.

“Non sto dicendo di non vaccinare nessuno. Sto dicendo di controllare prima, se è giusto farlo per ognuno di noi.”

FONTE

Iscriviti alla nostra newsletter

eVenti Avversi

Read Previous

Giovane calciatore con pericardite dopo la prima dose di Pfizer

Read Next

Muore di infarto pochi giorni dopo la terza dose Pfizer ViceDirettore Generale del Ministero della Salute in Malesia