• Giugno 26, 2022

Studio pubblicato il 7 dicembre dall’Università del Michigan: “Alti tassi di vaccinazione fanno emergere varianti che bucano il vaccino”

Nuovo studio pubblicato martedì 7 dicembre dall’American Chemical Society (ACS).

Lo studio è stato condotto dai Professori della Michigan State University, negli Statui Uniti, Rui Wang, Jiahui Chen e Guo-Wei Wei.

Lo studio evidenzia che le nuove mutazioni del virus resistenti al vaccino sono sempre più frequenti a causa degli alti tassi di vaccinazione. Infatti, le mutazioni virali si diffondono soprattutto in Europa e in America, dove i Governi stanno adottando politiche fortemente induttive alla vaccinazione e in alcuni casi di obbligo vaccinale per ampie fasce della popolazione.

Secondo lo studio, le condotte dei Governi volte continuare a fare pressioni e aumentare ancora di più il tasso di vaccinazione determineranno l’insorgenza e la diffusione di varianti sempre nuove, resistenti al virus

L’abstract dello studio dal titolo “Meccanismi dell’evoluzione SARS-CoV-2 che rivelano mutazioni resistenti ai vaccini in Europa e in America” è il seguente:

“L’importanza di comprendere l’evoluzione di SARS-CoV-2 non può essere trascurata. Studi recenti confermano che la selezione naturale è il meccanismo dominante dell’evoluzione di SARS-CoV-2, che favorisce le mutazioni che rafforzano l’infettività virale. Qui, dimostriamo che le mutazioni vaccinali o resistenti agli anticorpi forniscono un nuovo meccanismo di evoluzione virale. In particolare, la mutazione resistente al vaccino Y449S nel dominio legante il recettore della proteina spike (S), che si è verificata nelle co-mutazioni Y449S e N501Y, ha ridotto l’infettività rispetto a quella dell’originale SARS-CoV-2 ma può distruggere gli anticorpi esistenti che neutralizzano il virus. Seguendo le traiettorie evolutive delle mutazioni resistenti al vaccino in oltre 2,2 milioni di genomi SARS-CoV-2, riveliamo che l’insorgenza e la frequenza delle mutazioni resistenti al vaccino sono fortemente correlate ai tassi di vaccinazione in Europa e in America. Prevediamo che come via di trasmissione complementare, le mutazioni vaccinali o resistenti agli anticorpi, come quelle in Omicron, diventeranno un meccanismo dominante dell’evoluzione del SARS-CoV-2 quando la maggior parte della popolazione mondiale sarà vaccinata o infetta. Il nostro studio fa luce sull’evoluzione e sulla trasmissione di SARS-CoV-2 e consente la progettazione di vaccini e farmaci anticorpali di prossima generazione a prova di mutazione”.

FONTE

Iscriviti alla nostra newsletter

eVenti Avversi

Read Previous

Intervista shock in Nuova Zelanda. La presentatrice Liz Gunn incontra Casey Hodgkinson, 23enne con convulsioni e in sedia a rotelle dopo il vaccino Pfizer

Read Next

FDA e CDC spingono la terza dose per gli adolescenti mentre il numero di decessi segnalati a VAERS dopo i vaccini COVID si avvicina a 20.000