• Agosto 16, 2022

Le mutazioni resistenti al vaccino sono fortemente correlate ai tassi di vaccinazione in Europa e in America – Studio

Un team di ricercatori della Michigan State University ha fatto una scoperta bomba sulle varianti resistenti ai vaccini di SARS-CoV-2.

Lo studio prestampa è in attesa di revisione paritaria e sarà pubblicato nell’American Chemical Society.

Seguendo le traiettorie evolutive delle mutazioni resistenti al vaccino COVID-19 in oltre 2,2 milioni di genomi SARS-CoV-2, i dati hanno rivelato che l’insorgenza e la frequenza di queste mutazioni resistenti al vaccino sono fortemente correlate con i tassi di vaccinazione COVID-19 in Europa e America.

Prevediamo che, come via di trasmissione complementare, le mutazioni resistenti al vaccino diventeranno un meccanismo dominante dell’evoluzione di SARS-CoV-2 quando la maggior parte della popolazione mondiale sarà vaccinata“, hanno concluso gli autori.

L’importanza di comprendere l’evoluzione di SARS-CoV-2 non può essere sottovalutata“.

Sembra molto simile a quello che il Dr. Geert Vanden Bossche ha predetto che sarebbe accaduto, diversi miliardi di dosi fa…

Il fatto che molti lignaggi separati di SARS-CoV-2 sembrano convergere tutti sulle stesse mutazioni specifiche, come Y449S e Y449H, suggerisce che il virus stia inciampando in mutazioni casuali fino a quando non trova soluzioni efficaci per popolazioni altamente vaccinate.

Quando le mutazioni che sfuggono alla protezione del vaccino COVID-19 sono libere di dominare, le varianti che non possono sfuggire non riescono a competere e alla fine si estinguono.

L’evoluzione dei meccanismi dell’evoluzione di SARS-CoV-2 rivela mutazioni resistenti al vaccino in Europa e in America (The evolution of the mechanisms of SARS-CoV-2 evolution revealing vaccine-resistant mutations in Europe and America)

L’importanza di comprendere l’evoluzione di SARS-CoV-2 non può essere sottovalutata. Recenti studi confermano che la selezione naturale è il meccanismo dominante dell’evoluzione del SARS-CoV-2, che favorisce le mutazioni che rafforzano l’infettività virale. Dimostriamo che le mutazioni rivoluzionarie o resistenti agli anticorpi forniscono un nuovo meccanismo di evoluzione virale. In particolare, la mutazione resistente al vaccino Y449S nel dominio di legame del recettore della proteina spike (S) (RBD), che si è verificata nella co-mutazione [Y449S, N501Y], ha ridotto l’infettività rispetto all’originale SARS-CoV-2 ma può interrompere gli anticorpi esistenti che neutralizzano il virus. Tracciando le traiettorie evolutive delle mutazioni resistenti ai vaccini in oltre 1,9 milioni di genomi SARS-CoV-2, riveliamo che l’insorgenza e la frequenza delle mutazioni resistenti al vaccino sono fortemente correlate ai tassi di vaccinazione in Europa e in America. Prevediamo che, come via di trasmissione complementare, le mutazioni resistenti al vaccino diventeranno un meccanismo dominante dell’evoluzione di SARS-CoV-2 quando la maggior parte della popolazione mondiale sarà vaccinata. Il nostro studio fa luce sull’evoluzione e la trasmissione di SARS-CoV-2 e consente la progettazione di vaccini e farmaci anticorpali a prova di mutazione di prossima generazione.

Link allo studio : QUI

Iscriviti alla nostra newsletter

eVenti Avversi

Read Previous

Il top scientist di Moderna: “Stiamo effettivamente hackerando il software della vita”

Read Next

Scoppia lo scandalo Pfizer anche in Inghilterra. Venduto ai Governi con un guadagno del tremila per cento. Venerdì 10 dicembre documenti shock su Channel 4: “Pfizer ha pagato scienziati per denigrare il vaccino AstraZeneca e collegarlo al cancro”